Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Inps pensionati: tutte le informazioni sui prestiti e sui servizi online

Rientrare nel novero Inps pensionati vuol dire avere a disposizione numerose possibilità sia per quanto riguarda i prestiti, sia per quel che concerne i servizi online disponibili sul sito ufficiale Inps.it.

Inps pensionati ex Inpdap: i prestiti

Gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali titolari di un trattamento pensionistico hanno la possibilità di accedere a diverse pretazioni economiche.

I prestiti Inps pensionati comprendono infatti opzioni come il piccolo prestito, che consente di ricevere somme di denaro contenute da rimborsare con piani di ammortamento di massimo 48 mesi, o i prestiti pluriennali Inps, che possono durare fino a 10 anni e che consentono di far fronte a necessità anche importanti, come per esempio le spese per il matrimonio di un figlio o per la ristrutturazione della casa.

Inps pensionati cedolino: come visualizzarlo

Parlare di Inps pensionati non vuol dire solo inquadrare le tipologie di prestiti, ma anche ricordare che gli iscritti hanno la possibilità di accedere a numerosi servizi online Inps, grazie ai quali visualizzare e scaricare documenti importanti come il cedolino della pensione.

In questo caso è necessario essere in possesso del codice segreto fornito al momento dell’iscrizione al sito Inps. Questa stringa di 16 caratteri consente infatti di accedere alla propria area riservata sul sito dell’Ente.

Inps pensionati accesso area riservata: cosa fare in caso di smarrimento del codice

Al momento dell’iscrizione al sito Inps, come già ricordato, viene fornito il codice PIN utile all’accesso all’area riservata, dove è possibile trovare numerosi servizi Inps pensionati.

Cosa fare in caso di smarrimento del codice? Le alternative possibili sono due:

  • Ripristino: il ripristino del codice PIN Inps prevede l’inserimento di almeno due tra le informazioni di contatto inserite al momento della registrazione al sito (e-mail, cellulare, indirizzo di posta elettronica certificata).
  • Revoca: la revoca del PIN Inps può essere richiesta quando non si hanno a disposizione le informazioni appena citate e prevede la rigenerazione ex novo di un codice.

Inps pensionati: a cosa serve il PIN dispositivo?

Ultimo punto da chiarire per quanto riguarda Inps pensionati è la funzione del PIN dispositivo. Di cosa si tratta? Sempre di una stringa di 16 caratteri, grazie alla quale richiedere, sempre tramite area riservata sul sito ufficiale Inps, l’accesso a diverse prestazioni economiche, che comprendono per esempio gli assegni di sostegno al reddito e i voucher per il baby sitting.

Con il PIN personale fornito al momento dell’iscrizione non è possibile richiedere le suddette prestazioni, per le quali, come già specificato, è necessario il PIN dispositivo. Come ottenerlo? Semplicemente completando la procedura di conversione online, concretizzabile accedendo all’area del sito dedicata alla gestione dei codici.

Il PIN dispositivo e il PIN personale sono dati confidenziali, che si consiglia di modificare dopo la prima assegnazione, così da proteggere meglio le informazioni riservate presenti nell’area personale sul sito Inps.

Indice contenuti