Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

I vantaggi dei prestiti Inpdap per i pensionati a tasso agevolato

Prestiti Inpdap per pensionati statali e pubblici a condizioni agevolate

La presenza di una pensione consente di accedere a prestiti e finanziamenti tramite la cessione del quinto. Spesso però le condizioni imposte da banche e finanziare sono troppo onerose per i pensionati, che rischiano di cadere in insolvenza. Chi dispone di una pensione Inps ex Inpdap può ricorrere ai prestiti Inpdap per i pensionati.

Linee di credito a condizioni agevolate concesse dalla Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps, ufficio in cui sono confluite tutte le prestazioni ex Inpdap. I prestiti Inpdap per i pensionati sono erogati direttamente dalla Gestione Dipendenti Pubblici.

L’erogazione avviene tramite la Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Si tratta di un Fondo credito dell’Inps alimentato dal prelievo obbligatorio sulle retribuzioni dei dipendenti pubblici.

I prestiti Inps Inpdap si distinguono in piccoli prestiti e prestiti pluriennali. I primi sono prestiti personali che consentono di accedere a somme nell’ordine di qualche migliaio di euro con le quali far fronte a improvvise e urgenti necessità economiche.

I pluriennali invece possono arrivare fino a 150 mila euro e sono concessi solo per documentate necessità personali o familiari, rientranti nelle casistiche previste dal Regolamento Prestiti Inps. Ma vediamo come accedere ai prestiti Inpdap per i pensionati e quali sono i requisiti richiesti.

Piccoli prestiti Inpdap per pensionati

Per ottenere i piccoli prestiti Inps è sufficiente essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Per quelli pluriennali, che vedremo nelle righe seguenti, sono necessari anche quattro anni di versamento contributivo alla predetto Fondo.

I piccoli prestiti possono avere una durata di 1, 2, 3 o 4 anni e il rimborso avviene tramite un piano di ammortamento a rate mensili, decurtate direttamente dalla pensione del richiedente. Il tasso di interesse è del 4,25%, a prescindere dalla lunghezza del prestito.

Per quanto riguarda l’importo erogabile, per ogni anno di durata del finanziamento è possibile ottenere due mensilità medie nette percepite. Nel caso in cui il richiedente abbia in corso altre trattenute sulla pensione per prestiti su cessione del quinto, l’importo si riduce a una mensilità netta per ogni anno.

Prestiti Inpdap pluriennali 2018

Molto diversi dai precedenti i prestiti pluriennali possono essere quinquennali o decennali. Durata e importo massimo finanziabile sono definite in base alla ragione per cui si richiede il finanziamento. Il tasso di interesse è fissato al 3,50%.

Tra le motivazioni per cui è possibile richiedere i prestiti pluriennali ricordiamo l’acquisto di un immobile destinato a diventare casa di residenza dell’iscritto o di suo figlio. Sono disponibili anche finanziamenti per l’installazione domestica di impianti di energia rinnovabile, acquisto di un’auto e spese mediche.

Ricordiamo che ai prestiti Inps (sia piccoli che pluriennali) si applica un’aliquota per le spese di amministrazione pari allo 0,50%. È prevista inoltre una quota per il Fondo rischi dell’Inps, definita in base all’età del richiedente e alla durata del piano di rimborso.

Come richiedere un prestito Inpdap

Dopo aver visto le caratteristiche dei prestiti Inpdap per i pensionati, passiamo alla procedura di richiesta. Le domande devono essere inviate per via telematizzata.

Per la trasmissione della richiesta i pensionati Inps ex Inpdap hanno a disposizione diversi canali. È possibile inviare la domanda autonomamente seguendo la procedura di invio online, disponibile tramite il sito inps.it. Per effettuare l’invio online è necessario essere in possesso del Pin Inps, codice che può essere richiesto presso una qualsiasi sede Inps, oppure tramite la procedura guidata presente sul sito Inps.

In alternativa è possibile presentare domanda tramite i patronati convenzionati con l’Istituto oppure tramite il Contact Center dell’Inps. Il numero di telefono del call center è 803 164 (gratuito) per chi chiama da rete fissa, mentre per quanti telefonano da cellulare il numero da comporre è lo 06 164 164 (a pagamento in base al piano tariffario applicato dal gestore telefonico).

Calcolo rata prestiti Inpdap

Sul sito ufficiale dell’Inps è presente anche un servizio online che consente di simulare la rata del finanziamento. A differenza di quanto accade con i simulatori che si possono trovare sulla Rete, il servizio è pensato per aiutare l’utente ad orientarsi nell’offerta prestiti Inpdap per i pensionati.

A fronte dell’inserimento di pochi dati, infatti, il sistema indica tutti i prestiti Inps ex Inpdap accessibili all’utente. Per ogni finanziamento proposto sono specificate le principali caratteristiche, ovvero tasso di interesse, durata, rata mensile e spese applicate.