Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Inps prestiti 2016 2017: requisiti, condizioni e domanda

Inps 2016, come ottenere un prestito Inpdap agevolato

Da gennaio 2012 l’Inpdap è stato soppresso e tutte le sue funzioni sono passate alla Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps, ufficio creato appositamente per gestire le pratiche dedicate a dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione. Tra i servizi ex Inpdap di competenza di questo ufficio troviamo le linee di credito dell’offerta Inps prestiti Inpdap.

I prestiti Inps Inpdap sono finanziamenti a tassi d’interesse agevolati erogati tramite la Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, un apposito fondo credito dell’Inps. Sono accessibili esclusivamente dai dipendenti e pensionati pubblici iscritti al fondo e consentono di accedere a somme anche importanti.

Caratteristiche dei prestiti Inpdap

Nello specifico l’offerta Inps prestiti si compone di due tipologie di prestiti: i piccoli prestiti e i prestiti pluriennali. I piccoli prestiti rientrano nella categoria dei prestiti personali e possono durare da uno a quattro anni. L’importo finanziabile varia a seconda della durata del finanziamento.

Per ogni anno del prestito infatti è possibile ottenere una somma pari a due mensilità medie nette percepite dal beneficiario. Importo che però si riduce a una mensilità media netta per ogni anno del prestito se il richiedente ah già in corso altre ritenute sullo stipendio o la pensione.

Una caratteristica dell’offerta Inps prestiti infatti è che il rimborso del finanziamento avviene tramite rate mensili decurtate direttamente dalla busta paga o dall’assegno pensionistico.

Per quanto riguarda i prestiti pluriennali, invece, durata e importo finanziabile sono definiti a seconda della finalità del prestito, in base a quanto stabilito dal Regolamento Prestiti Inps. Questi finanziamenti infatti sono concessi solo a fronte di documentate necessità, rientranti nelle casistiche contemplate dal Regolamento.

Indipendentemente dalla durata del finanziamento e dall’importo finanziato, ai piccoli prestiti si applica un tasso di interesse del 4,25%, mentre per i prestiti pluriennali è del 3,5%.

Prestiti Inps, come richiederli?

Ma come presentare domanda Inps prestiti? I finanziamenti agevolati ex Inpdap possono essere richiesti esclusivamente per via telematizzata. I pensionati possono presentare la richiesta sia online, tramite l’apposito servizio disponibile sul sito, oppure tramite il Contact Center Inps. I moduli di domanda sono disponibili, in formato Pdf, nella sezione Modulistica del sito inps.it.

Ricordiamo inoltre che di recente l’Inps ha inserito nel proprio sito anche un sistema per la simulazione prestiti (percorso: Home – Servizi – Gestione Dipendenti Pubblici: Simulazione Calcolo Piccoli Prestiti e Prestiti Pluriennali).

Si tratta di un servizio accessibile a tutti gli utenti, anche quelli che non sono in possesso del Pin Inps, e grazie al quale è possibile conoscere l’importo massimo erogabile e la rata mensile del prestito.