Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti finalizzati: che cosa sono e come richiederli

I prestiti finalizzati sono formule di accesso al credito in cui la concessione di denaro è legata a uno scopo preciso (un prestito finalizzato molto diffuso è per esempio quello per l’acquisto di un’auto).

Come funzionano i prestiti finalizzati?

Per capire come funzionano i prestiti finalizzati è necessario ricordare che l’istituto di credito che eroga il denaro necessita della presentazione di un giustificativo di spesa. Per fare un esempio concreto possiamo portare come esempio il caso del prestito finalizzato alla ristrutturazione e ricordare la necessità di presentare le fatture relative alle spese che si ha intenzione di effettuare per i lavori.

Prestiti finalizzati senza busta paga: è possibile richiederli

In questi anni di crisi capita spesso di trovarsi nella necessità di richiedere prestiti finalizzati senza busta paga. Come muoversi in questi casi? Nella maggior parte delle situazioni è necessario presentare un garante, una terza figura pronta a impegnarsi in caso di insolvenza da parte del beneficiario principale del prestito.

Esistono però delle situazioni particolari, come per esempio quella dei prestiti di Findomestic e Agos, società che consentono di procedere direttamente online con la richiesta di accesso al credito, presentando come documento di reddito anche un CUD o un modello UNICO in caso di esercizio di libera professione (la mancanza di busta paga non riguarda solo chi si trova in stato di inoccupazione, ma anche i liberi professionisti).

Prestiti finalizzati per universitari: ecco cosa sapere

Tra i prestiti finalizzati più famosi è possibile ricordare quelli dedicati agli studenti universitari che, seppur meritevoli, non hanno i mezzi finanziari sufficienti per far fronte alle numerose spese richieste da un corso di laurea.

In questi casi è possibile ricorrere ai cosiddetti prestiti d’onore, linee di credito che possono essere aperte per un tempo pari alla durata legale di un corso di laurea e che, una volta terminato questo periodo, vengono trasformate in prestiti personali che il beneficiario ha modo di onorare grazie allo stipendio guadagnato come lavoratore (di solito viene data la possibilità di godere di un periodo di pre ammortamento, durante il quale lo studente ha modo di inserirsi nel mondo del lavoro).

Prestiti finalizzati: come richiederli per l’acquisto di un’auto

Come già ricordato, i prestiti finalizzati destinati all’acquisto di un’auto sono molto frequenti. Risulta possibile richiederli facendo riferimento sia a singole società finanziarie, sia alle concessionarie stesse, che tendono spesso a proporre prestiti a tasso zero.

In questi casi è però consigliabile non lasciarsi prendere da facili entusiasmi, dal momento che tasso zero è sinonimo di TAEG – una voce che indica il costo complessivo del prestito – più alto della media.

Un’altra peculiarità dei finanziamenti auto a tasso zero riguarda la necessità di pagare una maxi rata iniziale. A livello generale è possibile affermare che i prestiti finalizzati rappresentano una scelta conveniente, a patto che prima di scegliere il piano più adatto alle proprie esigenze si prenda tempo per esaminare più preventivi.

Indice contenuti