Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Finanziamenti contro cessione del quinto: analisi dell’offerta Inps

I finanziamenti contro cessione del quinto Inps sono prodotti che prevedono un processo di rimborso sostenibile, con rate che non possono superare 1/5 dello stipendio mensile, inteso come stipendio o pensione. A ciò si aggiungono tassi di interesse concorrenziali con periodi di rimborso che posso raggiungere i dieci anni. Le proposte sono in grado di rispondere alle esigenze personali di molte categorie di lavoratori. Ma quali sono i requisiti d’accesso, che condizioni di rimborso prevedono? Scopriamolo insieme.

Cessione del quinto Inpdap: cosa offre? Tan 3,50%

I finanziamenti contro cessione del quinto Inps interessano diversi categorie di lavoratori e dipendenti. Cominciamo la nostra rassegna prestiti con la categoria di dipendenti pubblici. I Prestiti pluriennali diretti Gestione Pubblica sono destinati a dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Possono essere conseguiti solo a condizione che la richiesta sia coerente con quanto indicato dal regolamento Inps, che specifica tutte le finalità.

La durata del rimborso è pari a cinque o dieci anni, ovvero 60 o 120 rate mensili. Il tasso corrisponde al 3,50%, ma vi sono da considerare inoltre spese amministrative, pari allo 0,50%, e premio fondo rischi.

Prestiti Inps Dipendenti Poste: i requisiti

I Prestiti pluriennali Gestione Fondi Poste sono invece rivolti ai dipendenti di Poste Italiane e società correlate. Rientrano sempre tra i finanziamenti contro cessione del quinto Inps e la loro durata è pari a cinque o dieci anni.

Il richiedente deve poter contare su almeno quattro anno di anzianità di servizio e la domanda d’accesso al credito deve rispettare le finalità rilevante dal Regolamento riportato sul sito Inps (inps.it).

Prestiti Poste Italiane: tasso 2024

Per quanto riguarda il Taeg, abbiamo il 3,50%. La procedura di richiesta invece prevede l’utilizzo di un apposito modulo (scaricabile dal sito Inps), cui vanno allegati:

  • certificato stipendiale rilasciato da Poste Italiane o dalle società collegate al Gruppo Poste Italiane;
  • copia ultima busta paga;
  • copia documento di identità valido;
  • dichiarazione di copia conforme agli originali;
  • autocertificazione stato di famiglia;
  • certificato di buona salute;
  • documenti relativi all’evento oggetto della richiesta.

La richiesta di finanziamento va inoltrata via posta al seguente indirizzo: Inps Direzione Centrale Credito e Welfare – Area Prestazioni Creditizie – Via Aldo Ballarin, 42 – 00142 Roma.

Per maggiori informazioni visita il portale inpdapprestiti.it

Indice contenuti