Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Cessione del quinto Poste Italiane

Cessione del quinto Poste Italiane: Inps cessione del quinto

La cessione del quinto è una delle modalità di rimborso utilizzate più di frequente nell’ambito dei prestiti personali. La sua fortuna è dovuta alla trattenuta diretta dall’assegno mensile della rata del finanziamento, che non può superare un quinto dello stipendio oppure della pensione del richiedente. Le somme richieste dipendono di conseguenza dalla prestazione mensile percepita dal cliente.

Nell’ambito delle proposte più interessanti troviamo la cessione del quinto Poste Italiane che si articola a seconda del beneficiario: Quinto BancoPosta Dipendenti Pubblici, Quinto BancoPosta Pensionati.

Cessione del quinto Inps per dipendenti

Il Quinto BancoPosta Dipendenti Pubblici è una linea di credito destinata a Dipendenti Pubblici, statali e le Forze Armate. Può essere richiesto anche se il beneficiario non dispone di conto corrente, per quanto riguarda invece la finalità di utilizzo abbiamo anche la possibilità di sfruttare la liquidità per estinguere altri prestiti.

Il piano di rimborso varia da 36 a 120 mesi, mentre la somma fornita è da porre in relazione allo stipendio e alla durata del finanziamento. Il beneficiario deve avere un’età compresa tra i 18 e i 65 anni.

In merito alla documentazione, Poste Italiane richiede:

  • Documento di identità
  • Tessera Sanitaria
  • Cud
  • Ultime due buste paga

Facciamo un esempio per comprendere meglio l’effettiva convenienza del prodotto. Ipotizzando un dipendente pubblico che guadagna 1.250 euro netti mensili, e una erogazione di 21.032,14 euro da restituire in 120 mesi, avremo una rata da 250 euro. Gli interessi globalmente ammontano a 8.217,86 euro (Tan 6,74%, Taeg 7,80%), cui vanno aggiunte spese di istruttoria, distribuzione e gestione.

Cessione del quinto pensionati

Quinto BancoPosta Pensionati è invece un finanziamento rivolto ai pensionati Inps e Inpdap. Anche in questo caso non è necessario disporre di un conto corrente e può essere impiegato per portare a termine altri prestiti.

Non è prevista alcuna differenza per quanto attiene i requisiti e la durata. Prendiamo in esame un’altra situazione concreta per esaminare l’effettiva validità del prodotto. In questo caso abbiamo un pensionato di 62 anni che può contare su una pensione netta di 900 euro.

Se l’erogazione netta è di 8.671,45 euro da rimborsare in 60 mesi, avremo una rata da 180 euro (Tan 8,92%, Taeg 9,38%). Non abbiamo alcun costo per quanto riguarda il capitolo istruttoria pratica, comunicazioni periodiche e incasso e gestione rata. Il costo complessivo del finanziamento è di 2.128,55 euro, l’importo da restituire sarà di 10.800 euro.

Per ulteriori informazioni sui prestiti su cessione del quinto, vi invitiamo a visitare il portale cessione-quinto.com.

Indice contenuti