Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti in convenzione Inpdap: ecco quali sono e come funzionano

I prestiti in convenzione Inpdap sono soluzioni che permettono di ottenere credito e di rimborsarlo a condizioni particolarmente agevolate. Le richieste di accesso ai prestiti non vanno inviate all’Ente ma direttamente agli istituti di credito con i quali sono stati stretti degli accordi.

Prestito in convenzione Inps Inpdap: le soluzioni principali

Quando si parla di prestiti in convenzione Inpdap si inquadrano le soluzioni di diversi istituti di credito. In primo piano è possibile includere i prodotti di BNL Gruppo BNP Paribas.

Questa banca mette a disposizione per esempio il Prestito Dipendenti Pubblici, grazie al quale è possibile accedere a una cifra massima pari a 100.000€, rimborsabile in 120 mesi.

Tra i vantaggi di questa soluzione è presente anche la possibilità di ricorrere all’opzione Reload, informandosi sulle modalità per richiedere nuova liquidità già dalla sesta rata.

Da ricordare è anche la presenza della soluzione Flexi, che consente di migliorare la sostenibilità del piano di ammortamento spostando il rimborso di una rata in caso di difficoltà economiche.

Cessione del quinto: ecco cosa sapere sui prodotti in convenzione Inps

Un ambito molto importante da considerare quando si parla di prestiti in convenzione Inpdap è la cessione del quinto, disponibile sia per i pensionati sia per i lavoratori in attività di servizio.

In ciascun caso il rimborso si basa sulla trattenuta della quinta parte della pensione o dello stipendio, che viene decurtata prima che l’assegno venga versato al beneficiario.

Il prestito in questione è caratterizzato da un tasso fisso per tutta la durata del piano di ammortamento e si contraddistingue per una durata massima di 120 mesi. In caso di cessione del quinto della pensione e di clienti particolarmente avanti con l’età si può considerare come limite massimo i 60 mesi.

Cessione del quinto della pensione con Findomestic: guida al prodotto

Per fare un esempio concreto di prestiti in convenzione Inpdap relativo alla cessione del quinto della pensione possiamo chiamare in causa la soluzione di Findomestic, una società finanziaria che consente di accedere al credito per diverse finalità.

In questo caso tra i vantaggi principali è possibile ricordare la possibilità di ottenere in maniera immediata la comunicazione di quota cedibile. Il suddetto documento è necessario per richiedere la cessione del quinto della pensione e presenta riferimenti chiari relativamente alla rata massima applicabile.

Simulazione cessione del quinto della pensione con Findomestic: ecco i passaggi da effettuare

Concludiamo questa breve guida dedicata ai prestiti in convenzione Inpdap facendo una breve simulazione di cessione del quinto della pensione con Findomestic, che non prevede spese accessorie per apertura pratica o imposta di bollo. Ipotizziamo la richiesta di 15.000€ e la scelta di un piano di ammortamento di 120 mesi.

Un pensionato con una pensione netta di 850€ mensili può avere un impegno economico di 170€ a rata, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente al 6,46 e al 6,65%.

Indice contenuti