Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Scegli i prestiti Inpdap per acquisto prima casa figlio e ottieni 150 mila euro

Prestiti agevolati per acquisto casa figlio per dipendenti e pensionati pubblici

L’acquisto della casa è una delle ragioni per cui gli italiani sono maggiormente disposti ad indebitarsi. Tuttavia con la crisi economica sono pochi i giovani che riescono a farsi concedere un prestito o un mutuo per l’acquisto della prima casa. Dipendenti e pensionati pubblici possono però aiutare i propri figli richiedendo i prestiti Inpdap per acquisto prima casa figlio.

Si tratta di prestiti a tassi di interesse agevolati dedicati a dipendenti e pensionati pubblici. I prestiti Inpdap si dividono in piccoli prestiti e prestiti pluriennali. Sono questi ultimi l’oggetto del nostro approfondimento, i prestiti pluriennali sono infatti pensati per rispondere alle necessità di quanti si trovano a dover affrontare spese importanti.

A tal proposito si fa riferimento al Regolamento Prestiti Inps. Il Regolamento contiene la normativa relativa alla concessione dei prestiti Inpdap, stabilendo sia i requisiti di accesso al credito che quelli per il rimborso del finanziamento.

Tra le finalità per cui è possibile richiedere un finanziamento pluriennale ricordiamo l’acquisto della casa di residenza. Abitazione che può essere utilizzata come residenza del richiedente o del figlio.

I requisiti da soddisfare

Quando si parla di prestiti Inpdap per acquisto prima casa figlio è necessario che il titolare dell’acquisto sia il figlio maggiorenne del dipendente o pensionato pubblico richiedente. È condizione necessaria ai fini dell’accesso al credito che il suddetto figlio desideri costituire un nucleo familiare autonomo rispetto a quello dei genitori.

In ogni caso, il dipendente o pensionato pubblico che presenta la domanda di finanziamento deve essere iscritto ad un apposito Fondo credito dell’Inps, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Importi, tasso e calcolo rata prestiti Inpdap 2018

Per quanto attiene alla somma finanziabile, i prestiti Inpdap per acquisto prima casa figlio consentono di ottenere somme fino a un massimo di 150 mila euro. Denaro che deve essere rimborsato con un piano di ammortamento decennale.

Le rate di ammortamento hanno cadenza mensile. L’importo massimo della rata è fissato alla quinta parte di stipendio o pensione mensile percepita dal richiedente.

Il tasso di interesse è sempre fisso al 3,5%. Sull’importo lordo del finanziamento si applica un’aliquota dello 0,5% per le spese di amministrazione. Previsto anche il pagamento di un premio per il Fondo Rischi Inps.

La domanda di finanziamento deve essere presentata per via telematizzata. I moduli per la redazione della domanda sono presenti sul sito Inps. Sullo stesso portale troviamo il servizio per la simulazione dei prestiti Inpdap, applicazione web che permette di calcolare la rata del prestito direttamente online.