Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti per acquisto auto Inpdap: le proposte più convenienti 2017

Chi non ha mai desiderato un’auto nuova? Un sogno che può diventare realtà grazie ai Prestiti per acquisto auto Inpdap. Finanziamenti a tassi agevolati rivolti a dipendenti e pensionati pubblici. In questo approfondimento vediamo quali sono i prodotti disponibili, che condizioni di rimborso prevedono e come richiederli.
Piccolo prestito Inpdap Inps: di cosa si tratta

Prestiti per acquisto auto Inpdap 2017. I finanziamenti che rientrano in questa categoria sono essenzialmente due: il Piccolo prestito ex Inpdap Inps (Gestione Pubblica) e i Prestiti pluriennali diretti.

Si tratta di due linee di credito molto differenti, il Piccolo prestito può essere richiesto senza dover indicare la finalità di utilizzo.

La domanda può essere inviata da parte di dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Piccolo prestito Inps per dipendenti pubblici: tassi e durata

Le somme fornite vanno da un livello minimo di una a uno massimo di otto mensilità. Importo che cambia in rapporto alla durata considerata: 12, 24, 36 o 48 rate mensili.

Rata che viene decisa da un tasso nominale annuo del  4,25%, sebbene abbiano un’incidenza gli oneri a carattere amministrativo (0,50%) e premio fondo rischi.

E per quanto riguarda le procedure di richiesta? La domanda va presentata all’Inps, ente che ha sostituito l’Inpdap dopo la sua soppressione.

Il dipendente deve contattare l’amministrazione di riferimento, mentre il pensionato può decidere se inviare la domanda:

  • via Web impiegando i servizi online del sito inps.it;
  • attraverso il Contact center. Il numero verde di riferimento è 803 164 (gratuito da rete fissa), per le chiamate da cellulare il numero è invece 06 164 164 (a pagamento);
  • contattando il patronato.

Prestiti pluriennali Inpdap su cessione del quinto

La proposta alternativa, restando nel segmento Prestiti per acquisto auto Inpdap, è costituita dai Prestiti pluriennali diretti Gestione Pubblica.

Sono finanziamenti su cessione del quinto, tradotto in termini concreti la rata non può risultare maggiore del 20% del valore dell’assegno mensile, inteso come stipendio o pensione.

La richiesta prevede l’invio di materiale pertinente la finalità. Tra quelle ammesse rileviamo infatti “acquisto di autovettura per l’iscritto”.

I beneficiari sono sempre dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Questi i requisiti:

  • quattro anni di anzianità di servizio;
  • quattro anni di contributi forniti alla Gestione unitaria.

Se il dipendente risulta assunto con un contratto lavorativo a tempo determinato, sono previsti altri requisiti:

  • il contratto lavorativo deve avere una durata corrispondente ad almeno tre anni;
  • il rimborso deve realizzarsi mentre è valido il contratto lavorativo;
  • il trattamento di fine rapporto va fornito come garanzia di rimborso.

Due le soluzioni in termini di durata: cinque o dieci anni, mentre il tasso nominale annuo è del 3,50%. Sono applicati inoltre oneri a carattere amministrativo (0,50%) e premio fondo rischi.

Prestiti per acquisto auto Inpdap: come richiederli

La domanda va inviata via Web impiegando la sezione online dei servizi inps.it “Domande web Prestiti Pluriennali”.

I dipendenti per inviare la domanda devono contattare l’amministrazione di riferimento, mentre i pensionati devono inviare la richiesta direttamente online.