Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come ottenere un prestito figlio Inpdap a tasso agevolato

Prestito pluriennale Inpdap per spese figli

I prestiti pluriennali Inpdap sono una forma di accesso al credito che permette di ottenere somme anche importanti con le quali affrontare spese di varia natura. spese che possono essere anche legate ai figli e in tal caso si parla di prestito figlio Inpdap.

Prima di passare in rassegna le finalità che rientrano nella categoria del prestito figlio Inpdap però è necessario parlare dei beneficiari. Possono ottenere i prestito pluriennali esclusivamente i dipendenti e pensionati pubblici iscritti ad un apposito Fondo Credito, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Per i dipendenti pubblici è richiesta anche la presenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Finalità e importi

Come già accennato, i prestiti pluriennali sono concessi dall’Inps solo per affrontare specifiche spese. Tra queste le seguenti sono relative ai figli del richiedente.

  • Nascita, adozione o affidamento preadottivo di uno o più figli;
  • Protesi dentarie e cure odontoiatriche riferite ai figli a carico del richiedente;
  • Matrimonio del figlio dell’iscritto;
  • Iscrizione e frequenza da parte del figlio del richiedente a corsi post laurea con durata di almeno due anni.

Fatta eccezione per il prestito figlio Inpdap relativo al matrimonio, la somma finanziabile viene definita in base al reddito del richiedente. In caso di prestito per matrimonio, non è possibile eccedere il limite fissato dal Regolamento Prestiti Inps, fissato a 23 mila euro.

La durata dell’ammortamento per tutte le finalità di cui sopra è fissata a 5 anni e il tasso di interesse è pari al 3,5%. Le spese di amministrazione vengono calcolate con l’applicazione di un’aliquota dello 0,5%. Vi è poi un premio per il pagamento del Fondo Rischi Inps, definito in base all’età del richiedente, alla durata del prestito e alla somma finanziata.

Prestito Inpdap per acquisto casa figlio 2018

Da ottobre 2011 è possibile inoltre per dipendenti e pensionati pubblici richiedere un prestito pluriennale per l’acquisto della casa del figlio. In questo caso però abbiamo una durata del piano di ammortamento pari a 10 anni.

Il tasso di interesse è fisso al 3,5% mentre la somma massima finanziabile è fissata a 150 mila euro. Come per i prestiti che abbiamo visto nelle righe precedenti, sono da considerare anche le spese di amministrazione, definite con l’applicazione di un premio per il Fondo Rischi Inps.

Come presentare la domanda

La domanda di finanziamento si trasmette per via telematizzata, utilizzando i servizi telematici messi a disposizione dall’ente previdenziale. I dipendenti pubblici inviano la domanda per il tramite dell’Amministrazione, mentre per i pensionati è disponibile un servizio per l’invio online.

Per quanto attiene alla documentazione da allegare alla domanda, questa varia a seconda della finalità. A tal proposito si fa riferimento al Regolamento Prestiti Inps, che può essere consultato direttamente online sul sito inps.it.