Prestito Inps cure odontoiatriche a tasso agevolato

Prestiti pluriennali Inps per cure odontoiatriche 2018

I prestiti Inps ex Inpdap sono finanziamenti a tassi di interesse agevolati che vengono erogati dalla Gestione ex Inpdap dell’Inps. Linee di credito che permettono di ottenere somme anche elevate con le quali affrontare spese importanti. Tra queste ricordiamo il prestito Inps cure odontoiatriche.

Prestiti a tassi di interesse agevolato che permettono di sostenere con serenità le spese legate alle prestazioni odontoiatriche e all’acquisto di protesi dentarie. Spese che possono essere state sostenute sia per il richiedente che per affrontare cure dei figli a carico o del coniuge. Ma chi sono i beneficiari dei prestiti Inpdap? Hanno accesso ai prestiti Inps ex Inpdap, e di conseguenza al prestito Inps cure odontoiatriche, esclusivamente i dipendenti e pensionati pubblici.

Il prestito Inps cure odontoiatriche rientra infatti nella categoria dei prestiti pluriennali Inps ex Inpdap. Linee di credito che sono concesse dall’Inps tramite un apposito Fondo credito.

Ai fini dell’accesso al credito i prestiti pluriennali richiedono l’iscrizione ad un apposito fondo credito, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Non solo il richiedente deve poter contare anche su un’anzianità di servizio non inferiore a 4 anni. Sono poi richiesti almeno 4 anni di contributi versati presso la suddetta Gestione.

Condizioni e domanda online

Ma quanto si ottiene con il prestito Inps cure odontoiatriche? La somma finanziabile viene definita in sede di domanda, in base alle spese preventivate. Il rimborso del finanziamento avviene con un piano di ammortamento che si estende per 5 anni.

Le rate hanno cadenza mensile e sono detratte direttamente dalla busta paga o dalla pensione mensile del beneficiario. Il Tan è fisso al 3,5% e sull’importo lordo della prestazione si applica un’aliquota dello 0,5% per le spese di amministrazione.

La domanda di finanziamento va trasmessa con procedure diverse a seconda che il richiedente sia dipendente o pensionato pubblico. I dipendenti pubblici inviano la richiesta per il tramite dell’Amministrazione di appartenenza. I pensionati pubblici invece possono scegliere se inviare la richiesta autonomamente, oppure ricorrere all’assistenza del Contact Center Inps.