Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Calcola prestito Inpdap e scopri la rata ideale

I prestiti Inps ex Inpdap comprendono prodotti di diverso tipo, che consentono a lavoratori e pensionati di accedere al credito con tassi agevolati. Come si calcola prestito Inpdap? Ecco qualche semplice informazione in merito.

Calcola prestito Inpdap online: le opzioni disponibili

Per capire come si calcola prestito Inpdap è necessario partire dall’analisi delle principali opzioni, come per esempio il piccolo prestito. Questa prestazione economica è riservata agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e prevede la possibilità di scegliere piani di ammortamento della durata compresa tra i 12 e i 48 mesi.

Il prestito in questione, che consente di richiedere somme contenute di denaro, è caratterizzato da un tasso fisso e pari al 4,25% (spese amministrative corrispondenti allo 0,50% della cifra richiesta).

Calcola prestito Inpdap pensionati: come funziona la cessione del quinto?

Quando si calcola prestito Inpdap è necessario considerare anche le alternative per i pensionati, tra le quali spicca la cessione del quinto. Come è chiaro dal nome stesso, questa prestazione economica si basa sulla trattenuta della quinta parte del trattamento pensionistico.

Il prestito contro cessione del quinto della pensione non può durare più di 120 mesi ed è caratterizzato da un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento. Si tratta di una soluzione di credito al consumo molto vantaggiosa anche per il fatto di poter essere richiesta da chi è iscritto all’elenco dei cattivi pagatori o dei protestati.

Calcola prestito Inpdap decennale: cosa sapere sui finanziamenti pluriennali

Se volete informazioni su come si calcola prestito Inpdap è necessario approfondire anche le caratteristiche dei finanziamenti pluriennali, che possono avere una durata compresa tra i 60 e i 120 mesi.

Riservati agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, questi prestiti vengono incontro a chi ha la necessità di accedere al credito per motivi gravi di natura personale o familiare.

Calcola prestito Inpdap: altre informazioni sui pluriennali

Quando si calcola prestito Inpdap e si analizzano le peculiarità dei prestiti pluriennali è fondamentale ricordare che queste prestazioni economiche sono caratterizzate da un tasso fisso per tutta la durata del piano di rimborso, corrispondente al 3,50%.

Da considerare è anche la presenza delle spese amministrative, pari allo 0,50% della cifra complessiva richiesta, e del contributo fondo rischi, il cui valore cambia a seconda dell’età del beneficiario all’inizio e alla fine del piano di rimborso.

I prestiti pluriennali Inps ex Inpdap, come già ricordato, permettono di accedere al credito in casi come la malattia dell’iscritto, la necessità di ristrutturare la casa e di acquistare un ausilio medico od ortopedico. Rientrano nell’elenco delle numerose finalità anche le spese legali in caso di divorzio e il caso dell’estinzione anticipata del mutuo.

Il prestito pluriennale Inps ex Inpdap può essere rinnovato dopo due anni in caso di piano di ammortamento quinquennale e dopo quattro in caso di prestito decennale.

Indice contenuti