Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come ottenere prestito Inpdap?

Come ottenere prestito Inpdap: procedure da seguire

I prestiti Inpdap sono formule agevolate di accesso al credito, un’opportunità riservata a dipendenti e pensionati pubblici. La questione principale che interessa quanti hanno bisogno di liquidità e vogliono sfruttare quest’opportunità è quindi: come ottenere prestito Inpdap? Scopriamo le modalità previste e i vantaggi assicurati dalle diverse linee di credito.

I prestiti ex Inpdap Inps hanno caratteristiche che variano in rapporto alle esigenze del soggetto richiedente. Il Piccolo prestito è il finanziamento di base, un prodotto pensato per far fronte alle necessità di spesa legate alla quotidianità, le somme che si possono realizzare variano da un minimo di una a un massimo di otto mensilità nette di stipendio o pensione del richiedente.

Come ottenere il Piccolo prestito? Dobbiamo anzitutto specificare che i beneficiari sono dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, mentre il processo di rimborso è strutturato in 12, 24, 36 o 48 rate mensili. Le modalità di richiesta cambiano in base alla condizione del richiedente.

Nel caso di iscritto in attività di servizio, le domande devono essere redatte utilizzando i modelli forniti dell’Inps e quindi presentate alla Amministrazione di appartenenza, che, a sua volta, invierà la richiesta in forma telematizzata. Mentre nell’eventualità in cui l’iscritto sia un pensionato, la domanda può essere presentata solo in forma telematizzata. Vi ricordiamo inoltre che non è necessaria alcuna documentazione di spesa, né la produzione di motivazioni o certificato medico.

Come ottenere prestito Inpdap: Prestito Inpdap decennale

E vediamo le modalità disposte per quanto riguarda i prestiti pluriennali ex Inpdap Inps. La domanda, in questo caso, insieme alla documentazione da allegare prevista, deve essere inoltrata solo in forma telematizzata, mediante il servizio online Domande web Prestiti Pluriennali, presente all’interno del portale istituzionale Inps (inps.it).

Se il richiedente è iscritto in servizio, la domanda deve essere presentata grazie all’intermediazione dell’amministrazione di appartenenza. I pensionati invece inviano la domanda in forma telematica per mezzo della sezione Area Riservata del sito Inps (per maggiori informazioni sull’Area Riservata vi invitiamo a leggere questo nostro approfondimento).

Insieme alla domanda devono essere allegati: la documentazione attestante lo stato di bisogno e l’eventuale spesa in base alla motivazione prevista nel Regolamento, nonché un certificato medico di sana costituzione fisica.

Il Prestito pluriennale implica piano di rimborso di tipo quinquennale oppure decennale (60 o 120 rate mensili). Gli oneri applicati corrispondono a tasso d’interesse nominale annuo del 3,50%, spese di amministrazione pari allo 0,50%, con l’aggiunta del premio fondo rischi.

L’effettiva restituzione delle rate, ovvero l’avvio del piano di ammortamento, si realizza dal secondo mese successivo a quello di concessione.

Indice contenuti