Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Credem prestiti personali: le soluzioni per risparmiare

Il prestito personale è una delle soluzioni più apprezzate quando si tratta di accedere al credito. Per trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze è consigliabile passare in rassegna diverse proposte, includendo Credem prestiti personali.

Credem prestiti non finalizzati: cosa offre questa realtà?

Quali soluzioni si possono chiamare in causa quando si discute di Credem prestiti personali? Il principale punto di riferimento in merito è il Prestito Avvera, un prodotto pensato per i clienti più giovani.

Si tratta di un prestito non finalizzato che consente di accedere a una cifra compresa tra i 3.000 e i 30.000€. Il piano di rimborso può andare dai 24 ai 120 mesi ed è possibile considerare anche 5 mesi di preammortamento.

Il tasso è fisso per tutta la durata del piano di ammortamento ed è caratterizzato da un valore massimo pari al 10,90%.

Prestito Avvera di Credem: un esempio concreto

Per capire come funzionano Credem prestiti personali non resta che fare un esempio concreto relativo al Prestito Avvera. Ipotizziamo la richiesta di 15.000€ e la scelta di rimborsare la suddetta cifra con un piano di ammortamento della durata di 60 mesi.

In questo caso a carico del cliente ci sarebbe una rata mensile di 329€ e la cifra complessiva da restituire corrisponderebbe a 19.740€. Il beneficiario di questo prestito deve tenere conto della presenza di alcune voci di spesa, che comprendono in primo luogo le commissioni d’istruttoria corrispondenti all’1% della cifra richiesta.

Il prodotto in questione prevede anche l’applicazione di un’imposta sostitutiva pari allo 0,25% dell’importo del prestito, solo nel caso di piani di rimborso della durata superiore ai 18 mesi.

Cessione del quinto con Credem: ecco cosa sapere

Analizzare le proposte di Credem prestiti personali significa considerare anche la cessione del quinto, che coinvolge sia lavoratori a tempo indeterminato sia pensionati. Il prestito contro cessione del quinto dello stipendio o della pensione non è finalizzato, motivo per cui il cliente non deve presentare alcun giustificativo di spesa riguardante la cifra ricevuta.

Cessione del quinto dello stipendio con Credem: informazioni fondamentali

Facciamo un altro esempio concreto relativo a Credem prestiti personali entrando nel dettaglio della cessione del quinto dello stipendio. In questo caso il cliente ha la possibilità di accedere a una cifra che varia da un minimo di 3.000€ a un massimo legato alla sua retribuzione mensile.

Il piano di ammortamento può andare dai 24 ai 120 mesi. Per capire ancora di più come vanno le cose simuliamo un prestito effettivo, ipotizzando la richiesta di 16.772,50€. In questo caso, considerando uno stipendio netto di 1.125€ mensili, si avrebbe una rata mensile di 225€ (piano di ammortamento della durata di 120 mesi).

Da non dimenticare sono le spese per la riscossione della rata, corrispondenti a 276€, e quelle relative all’attivazione della pratica, che ammontano a 700€.

Indice contenuti