Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Finanziamenti Inps Inpdap: le tipologie di accesso al credito

Richiedere l’accesso al credito tramite i prodotti finanziari Inps prevede la possibilità di scegliere tra diverse opzioni. I finanziamenti Inps Inpdap consentono infatti di richiedere denaro per diverse finalità e a tassi agevolati.

Finanziamenti Inps: il mutuo ipotecario

Nel novero dei finanziamenti Inps Inpdap è possibile includere prodotti come il mutuo ipotecario. Come funziona? Con la possibilità di accedere al credito per finalità che vanno dall’acquisto della casa per sé o per un proprio familiare, alla ristrutturazione di un immobile già esistente fino alla costruzione di un box o di un posto auto da considerare come pertinenza dell’abitazione principale.

Il mutuo è riservato agli iscritti alla Gestione delle prestazioni creditizie e sociali, sia pensionati sia lavoratori.

Finanziamenti Inps ex Inpdap: altre informazioni sul mutuo ipotecario

Continuiamo a parlare di finanziamenti Inps Inpdap e di mutui ipotecari in particolare specificando che i limiti di finanziamento sono i seguenti:

  • Acquisto della prima casa d’abitazione per l’iscritto alla Gestione o un suo familiare: limite di finanziamento di 300.000€, integrabili con ulteriori 6.000 finalizzati alla copertura delle spese assicurative.
  • Ristrutturazione di un’unità immobiliare già esistente: limite finanziabile pari a 150.000€ (in ogni caso non si può mai andare oltre al 40% del valore dell’immobile secondo perizia tecnica).
  • Costruzione di un box o di un posto auto da erigere ad almeno 500 metri dall’abitazione principale: limite finanziabile pari a 75.000€.

Concludiamo le informazioni sui mutui ipotecari Inps specificando che è possibile scegliere tra un tasso fisso pari al 2,95% e un tasso variabile da ricavare sulla base dell’Euribor 6 mesi, maggiorato di 200 punti e calcolato su un lasso di tempo di 360 giorni.

Prestiti Inpdap: come richiedere somme di denaro contenute

I finanziamenti Inps Inpdap prevedono soluzioni dedicate anche a chi ha intenzione di richiedere somme di denaro contenute. Quali sono? La più importante è senza dubbio il piccolo prestito, riservato sempre agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, siano essi pensionati o lavoratori in attività di servizio.

Il prestito in questione consente di accedere al credito per una cifra minima pari a una mensilità netta di stipendio e di rimborsare quanto richiesto con piani di ammortamento della durata compresa tra i 12 e i 48 mesi.

Piccolo prestito Inps: informazioni sui tassi

Parlare di finanziamenti Inps Inpdap e di piccolo prestito in particolare implica un’attenzione al tasso, che risulta pari al 4,25% (da considerare è anche la spesa amministrativa, pari allo 0,50% della cifra richiesta). Il prestito in questione può essere rinnovato dopo 6 mesi dall’inizio del piano di ammortamento in caso di piano annuale, dopo 12 in caso di prestito biennale, dopo 18 se si parla di prestito della durata di 3 anni e dopo 24 in caso di prestito quadriennale.

Indice contenuti