Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Findomestic prestiti personali: come funzionano e quanto richiedere

Findomestic prestiti personali: cosa offrono e perché sceglierli? Il prestito personale è senza dubbio una soluzione di accesso al credito molto comoda.

Rapido da ottenere e privo della necessità di presentare un giustificativo delle spese effettuate con la cifra ricevuta. Viene concesso senza particolari problemi da parte delle realtà creditizie, che non richiedono garanzie immobiliari ma soltanto la presentazione di un documento di reddito da lavoro o da pensione.

Per trovare il piano più adatto alle proprie esigenze è necessario prendere in esame diverse soluzioni. Oggi vediamo cosa offrono Findomestic prestiti personali.

Prestiti Findomestic: i vantaggi principali

Quando si parla di Findomestic prestiti personali è necessario citare un vantaggio importante, ossia la possibilità di richiedere l’accesso al credito direttamente online, caricando sul sito della società finanziaria i propri documenti d’identità e quelli attestanti la ricezione di un reddito.

Data questa doverosa premessa è possibile ricordare che è possibile scegliere tra diverse finalità e che per il prestito personale bisogna selezionare l’opzione “Progetti Vari”.

Preventivo prestiti Findomestic: un esempio specifico

A questo punto non resta che fare un esempio specifico relativo a Findomestic prestiti personali. Ipotizziamo quindi la richiesta di 20.000€ (il limite massimo è di 60.000).

Inserendo questo dato nel sistema ci si trova davanti a diverse proposte. Tra queste è possibile trovare il piano di ammortamento di 84 mesi, che prevede rate mensili da 316,30€ ciascuna. In questo caso il TAN fisso e il TAEG corrispondono rispettivamente all’8,45 e all’8,79%.

Come appena ricordato, questa non è l’unica proposta per chi cerca un prestito con Findomestic. Considerando come punto di partenza la dicitura “Progetti Vari” e la richiesta di 20.000€ si può scegliere anche il piano di 78 mesi, con rata mensile di 334,20€ e TAN e TAEG pari rispettivamente all’8,45 e all’8,79%.

Prestito con Findomestic: quali sono le spese?

Cosa si può dire in merito alle spese accessorie di Findomestic prestiti personali? Che i piani in questione ne sono privi. La società finanziaria, infatti, non prevede l’applicazione di oneri d’istruttoria o d’imposte di bollo.

Gratuita sono anche la gestione della pratica e l’invio delle comunicazioni periodiche.

Prestito personale Findomestic: i requisiti

Concludiamo questa breve guida dedicata a Findomestic prestiti personali specificando i requisiti per l’accesso. I piani in questione possono essere richiesti da clienti di età compresa tra i 18 e i 75 anni.

Fondamentale è che il richiedente sia residente nel territorio italiano e che sia titolare di un conto corrente, non per forza presso BNL o un istituto di credito del gruppo in questione.

Essenziale, come già specificato, è la presentazione di un documento attestante la ricezione di un reddito da lavoro o da pensione. Ricordiamo che, dopo il pagamento regolare di almeno 6 rate, è possibile ricorrere all’applicazione della rata minima, migliorando così la sostenibilità del piano di ammortamento.

Indice contenuti