prestiti a tassi agevolati
Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come trovare prestiti a tassi agevolati nel mercato 2024

Le migliori soluzioni per ottenere prestiti agevolati

La richiesta di un prestito è oggi un’esigenza sempre più importante, in quanto la crisi ha portato sempre più persone a trovarsi a vivere una situazione di incertezza lavorativa. Sul mercato sono infatti disponibili sempre più alternative di prestiti a tassi agevolati che consentono di affrontare esigenze di diverso tipo.

I prestiti a tassi agevolati comprendono un ampio numero di prodotti. Si può infatti parlare di prestiti personali, ma anche di agevolazioni per chi vuole aprire un’attività.

Il prestito d’onore

Nel novero dei prestiti a tassi agevolati quindi è possibile includere anche prodotti che consentono di accedere al credito per aprire un’attività. Tra queste alternative spicca il prestito d’onore, una misura che viene incontro ai giovani disoccupati o in cerca del primo impiego che vogliono aprire un’attività in proprio.

Il prestito d’onore si struttura sulla base del seguente schema:

  • 50% della cifra richiesta sotto forma di prestito a fondo perduto
  • 50% sotto forma di prestito a tasso agevolato, pari al 30% dell’interesse vigente al momento della sottoscrizione delle agevolazioni

Il prestito d’onore ha una durata massima di 5 anni, periodo durante il quale non è possibile cedere l’attività o farsi assumere come dipendenti in maniera continuativa. Un requisito essenziale per l’erogazione delle agevolazioni è il fatto che il beneficiario principale sia direttamente coinvolto nelle attività professionali.

Finanziamenti agevolati per artigiani 2024

Nel novero dei prestiti a tassi agevolati attualmente attivi troviamo i prestiti per artigiani. Si tratta di una forma di finanziamento a condizioni agevolate destinata a quanti lavorano nel settore dell’artigianato. Possono beneficiare dei finanziamenti per artigiani sia le imprese che quanti lavorano individualmente.

Questo perché l’artigianato ha un valore strategico nel mercato italiano, rappresentando da anni un pilastro nello sviluppo economico del Paese. Al fine di sostenere l’artigianato quindi sono state introdotte diverse soluzioni per l’accesso al credito dedicato agli artigiani italiani.

Credito che è accessibile sia grazie ai fondi messi a disposizioni dalle Regioni, dallo Stato, o dall’UE che attraverso i prestiti a tassi agevolati concessi da anti privati.

Una delle soluzioni più semplici per ottenere di prestiti a tassi agevolati per artigiani è quello di rivolgersi ad Artigiancassa. Creato nel 1947, l’istituto di credito è specializzato nei finanziamenti dedicati all’artigianato.

Sebbene la banca sia stata privatizzata ormai da anni, questa continua comunque nel suo compito originario, ovvero dare sostegno a quanti operano nel settore dell’artigianato tramite la concessione di prestiti a condizioni vantaggiose.

Come funzionano

In linea di massima, le coperture offerte in materia di prestiti a tassi agevolati per l’artigianato sono vincolate a misure e coperture regionali. Tuttavia possono essere legate anche a decisioni gestionali relative ai vari fondi nazionali o europei.

Prima di inoltrare la domanda quindi è consigliabile controllare le condizioni offerte dall’ente cui si intende rivolgersi. Fondamentali anche i requisiti da rispettare per l’accesso al prestito, che variano di caso in caso.

In generale sono disponibili varie forme di agevolazione e finanziamenti per gli artigiani. In questo periodo ad esempio è possibile ottenere credito tramite il Fondo per la crescita sostenibile. In vigore anche diverse soluzioni di Microcredito nonché la possibilità di accedere al Fondo Garanzia dedicato alle PMI.

Finanziamenti per l’imprenditoria femminile

Troviamo poi i prestiti a tassi agevolati dedicati all’imprenditoria femminile. Grazie al protocollo d’intesa per lo sviluppo e la crescita dell’imprenditorialità femminile infatti è possibile ottenere credito a tassi vantaggiosi.

A chi sono dedicati? Possono richiedere i prestiti agevolati sia le lavoratrici autonome che PMI, indipendentemente dal settore in cui operano. A tal proposito ricordiamo che per accedere ai finanziamenti le piccole e medie Imprese devono poter vantare una sostanziale partecipazione di donne.

Nello specifico, le imprese devono rispettare i seguenti requisiti.

  • Per le imprese individuali il soggetto titolare deve essere donna.
  • Per le cooperative e le società di persone è necessario che almeno il 60% dei soci siano donne.
  • Per le società di capitali almeno i 2/3 del capitale sociale deve essere di donne e almeno i 2/3 degli organi di amministrazione devono essere costituti da donne.

Prestiti personali a tassi convenienti 2024

Tra i prestiti personali caratterizzati da un tasso agevolato è possibile ricordare il piccolo prestito. Un prodotto riservato ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Finanziamenti agevolati Inps

Grazie al piccolo prestito è possibile richiedere una piccola somma di denaro, variabile in base allo stipendio o pensione mensile percepita dal richiedente. L’importo erogabile è infatti compreso tra una e quattro mensilità nette di stipendio o pensione. Il piano di ammortamento va dai 12 ai 48 mesi.

Nel caso in cui il richiedente non abbia già in corso altre trattenute sullo stipendio o sulla pensione è possibile anche richiedere piccoli prestiti in doppia mensilità. In questo caso quindi sarà possibile ottenere importi fino a 8 mensilità di stipendio o pensione, da rimborsare in 48 mesi. In ogni caso si parla di un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 4,25%.

Sull’importo lordo della prestazione si applicano anche un’aliquota per le spese di amministrazione pari allo 0,5%. Il beneficiario deve inoltre far fronte a un premio per il Fondo Rischi dell’Inps, definito in base all’età del richiedente e alla durata del prestito.

La domanda deve essere presentata online, utilizzando l’apposito modulo di richiesta. Modulo che può essere scaricato direttamente dal sito ufficiale dell’Inps, in formato Pdf. Ricordiamo inoltre che sul sito inps.it è presente un servizio che consente di simulare la rata e il piano di ammortamento dei piccoli prestiti Inps ex Inpdap.

L’offerta Findomestic

Ora che abbiamo visto alcune proposte di prestiti a tassi agevolati passiamo ai finanziamenti bancari che possono vantare condizioni vantaggiose. Tra questi troviamo per esempio i prestiti di Findomestic.

Questa società finanziaria, che consente di richiedere prestiti direttamente online, permette di scegliere tra finanziamenti non finalizzati e prestiti destinati a varie spese. Si va dall’acquisto di un auto alle spese mediche, dalla ristrutturazione della casa alle spese di studio.

Concludiamo questa breve guida dedicata ai prestiti a tassi agevolati parlando delle alternative che Findomestic mette a disposizione di chi vuole acquistare un’auto.

In questo caso ipotizziamo la scelta di richiedere 10 mila euro e quella di rimborsare il tutto in un lasso di tempo di 96 mesi. A carico del beneficiario del prestito ci sarebbe una rata mensile di 132,70 euro, con TAN fisso del 6,26% e TAEG pari al 6,44%.

La promozione in corso

Al momento inoltre è in corso una promozione sui prestiti personali che prevede la concessione di 15 mila euro. Somma che va rimborsata con un piano di ammortamento che si estende per 96 mesi. La rata mensile è pari a 199 euro mentre Tan e Taeg sono fissi rispettivamente al 6,25% e al 6,43%.

Non sono previste spese d’istruttoria della pratica, né per le comunicazioni periodiche o per l’incasso e la gestione della rata. Imposta di bollo è a carico della banca. Complessivamente quindi il beneficiario dovrà rimborsare 19.104 euro.

Come richiedere il finanziamento? la procedura di richiesta può essere effettuata direttamente online, sfruttando i servizi di Firma Digitale messi a disposizione dall’istituto. Non sarà quindi necessario stampare alcun documento. Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale della finanziaria.

Indice contenuti