Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti per lavoratori autonomi: le principali alternative

Chi svolge un’attività lavorativa in libera professione ha la possibilità di richiedere prestiti in maniera rapida e sicura. I prestiti per lavoratori autonomi comprendono prodotti di diverso tipo e la possibilità di chiedere l’accesso al credito anche online.

Prestiti per lavoratori autonomi protestati: i finanziamenti cambializzati

Quando si parla di prestiti per lavoratori autonomi è utile ricordare la presenza di prodotti come i prestiti cambializzati, che hanno il vantaggio dell’accessibilità anche da parte di protestati o cattivi pagatori.

Come funzionano i prestiti cambializzati? Come è chiaro dal nome si tratta di finanziamenti che si basano sul versamento di cambiali, che devono essere onorate dal titolare del contratto di prestito entro una determinata scadenza.

Cosa sono le cambiali? Titoli esecutivi che possono essere convertiti in denaro (il richiedente può anche scegliere di continuare a vantare un credito presso l’istituto di credito o la società finanziaria che le ha emesse).

Prestiti cambializzati per lavoratori autonomi: quali garanzie?

I prestiti per lavoratori autonomi vedono nei finanziamenti cambializzati una valida alternativa di accesso al credito. La loro erogazione è però subordinata alla presentazione di una garanzia specifica, ossia la titolarità di una polizza vita da almeno due anni.

Prestiti per lavoratori autonomi: ecco i migliori prodotti online

Richiedere prestiti per lavoratori autonomi significa fare riferimento anche ai prodotti di alcune società finanziarie, che consentono di richiedere somme di denaro senza bisogno di presentare una busta paga, ma facendo riferimento a documenti di reddito come il modello UNICO.

In questo novero è possibile includere i prestiti di Findomestic, ma anche il prestito Duttilio di Agos, prodotti caratterizzati da un buon livello di flessibilità e dalla possibilità di richiedere il prestito direttamente online, con la garanzia di un parere sulla fattibilità dell’operazione entro 48 ore dalla presentazione dell’istanza.

Prestiti veloci a lavoratori autonomi: un esempio specifico

Per capire meglio come funzionano queste alternative di prestiti per lavoratori autonomi è utile fare un esempio specifico, chiamando in causa i prestiti personali di Findomestic. Questi prodotti possono essere richiesti direttamente online, caricando sul sito della finanziaria documenti d’identità e certificazioni di reddito come il modello UNICO.

Ipotizzando la richiesta di 15.000€ e la scelta di un piano di rimborso di 96 mesi, si avrebbe una rata mensile di 200€ mensili, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente al 6,39 e al 6,58%.

Il prestito Findomestic, che non prevede spese di gestione od oneri d’incasso rata, è caratterizzato da un buon livello di flessibilità, in quanto dopo 6 rate pagate regolarmente è possibile usufruire della rata minima di 170€, con ovvie conseguenze sulla durata temporale del piano di ammortamento.

Il prestito personale di Findomestic può essere richiesto da soggetti di età compresa tra i 18 e i 75 anni, residenti in Italia e con la possibilità di certificare la produzione di un reddito da lavoro o da pensione.

Indice contenuti