Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti decennali ex Inpdap 2024: analisi dell’offerta su cessione del quinto

I prestiti decennali ex Inpdap rappresentano il punto di riferimento per dipendenti e pensionati pubblici alla ricerca di un finanziamento su cessione del quinto che presenti tassi competitivi. Passiamo in esame tutte le principali caratteristiche dell’offerta 2024.

Prestiti pluriennali diretti e garantiti: le differenze

I prestiti decennali ex Inpdap rappresentano un’opportunità assicurata dall’Inps, che svolge le funzioni una volta curate dall’Inpdap.

L’Inps presenta infatti diverse linee di credito pensate per rispondere alle necessità di dipendenti e pensionati pubblici.

I prestiti decennali ex Inpdap coincidono con i Prestiti pluriennali Gestione Pubblica. Sono finanziamenti su cessione del quinto, ovvero con una rata non superiore a 1/5 del valore netto della mensilità del beneficiario.

I prestiti pluriennali sono due, quelli diretti e garantiti. Nel primo caso il finanziamento è fornito dall’ente previdenziale, mentre i garantiti sono accordati da banche e finanziarie che hanno stipulato una convenzione con l’Inps. Analizzeremo gli elementi salienti dei Prestiti pluriennali diretti poiché possiamo conoscerne le condizioni di rimborso.

Iniziamo la nostra guida al credito definendo il pubblico cui si riferiscono questi finanziamenti. Si tratta di dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.
Il richiedente è chiamato a rispettare due requisiti essenziali, ovvero quattro anni di anzianità di servizio e altrettanti di contributi forniti alla Gestione unitaria.

Se il richiedente è assunto con un contratto lavorativo a tempo determinato (pari ad almeno tre anni), può conseguire il finanziamento solo ad alcune condizioni:

  • il rimborso prevede la validità del contratto lavorativo;
  • il trattamento di fine rapporto dovrà essere ceduto come garanzia di rimborso.

Cessione del quinto Inpdap: quando si può richiedere

La richiesta deve riguardare le finalità riportate dal regolamento ufficiale Inps. Sono numerosi gli utilizzi disponibili, tra questi rileviamo:

  • l’acquisto, la manutenzione o la costruzione dell’abitazione;
  • riscatto di alloggi popolari;
  • lavori condominiali;
  • trasloco;
  • acquisto auto.

Tasso prestiti Inpdap 2024: Tan e durata

Dal punto di vista del rimborso incidono la durata e il tasso. Il piano di rimborso è strutturato in 60 o 120 rate mensili, per questo parliamo di prestiti decennali.

Rileviamo inoltre un tasso nominale annuo corrispondente al 3,50%, ma non è il solo fattore determinante. Risultano infatti rilevanti oneri di tipo amministrativo (0,50%) e premio fondo rischi.

Prestiti pluriennali Inpdap Inps 2024: le procedure di richiesta

Quale sono le procedure per ottenere i Prestiti decennali ex Inpdap? La richiesta va inviata all’Inps usando la funzionalità “Domande web Prestiti Pluriennali” del sito inps.it.

Il pensionato deve impiegare direttamente il portale ufficiale Inps, mentre i dipendenti dovranno contattare l’amministrazione di riferimento.

Indice contenuti