Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come Funzionano Prestiti in 24 Ore e Cosa Offrono

Quali sono e come funzionano i prestiti in 24 ore, a chi rivolgersi e quali i requisiti? Ecco cosa devi sapere per orientarti nel mercato.

Cosa sono i prestiti veloci

Ricevere credito in tempi rapidi è spesso determinante per evitare brutti inconvenienti economici. Cosa fare se ci si trova in questa situazione? Quali sono le migliori opportunità di finanziamento? Scopri come funzionano i prestiti in 24 ore.

I finanziamenti veloci hanno assunto, durante gli ultimi anni, un ruolo centrale nell’offerta d’accesso al credito merito anche di una generale crescita delle domande.

I prestiti veloci, come lascia sottintendere la loro stessa dominazione, sono contraddistinti dai tempi di attribuzione del credito molto contenuti. Via Web si può ricevere il denaro desiderato anche nello spazio di appena 24 ore.

Questo lasso di tempo non va tenuto in considerazione dalla richiesta d’accesso al credito ma da quando l’ente erogatore dispone di tutti i documenti necessari per valutare l’effettiva posizione del richiedente.

I limiti dei prestiti online veloci 2024

Scegliere i prestiti in 24 ore e più in generale i finanziamenti veloci è un’opzione indicata per quanti sono soggetti a una temporanea situazione di difficoltà.

Chi può permettersi di valutare con maggiore calma, dovrebbe prendersi tutto il tempo utile per scegliere il finanziamento più conveniente considerando le proposte tradizionali.

L’utente deve in ogni caso prendere in esame i vincoli cui sono soggetti i finanziamenti veloci. Il principale coincide con l’importo. Le cifre di solito non eccedono le poche migliaia di euro anche se vi possono essere proposte in grado di superare senza difficoltà questo limite.

Quanto alla durata si parte da una soglia minima di un anno a una massima di quattro.

Quando richiedere i prestiti con garante

Perché la procedura di richiesta venga accolta è molto spesso previsto che il consumatore disponga di un reddito dimostrabile.

Chi non ha solide garanzie reddituali dovrà fornire all’ente erogatore un garante disponibile a tutelare la banca da eventuali insolvenze del beneficiario del prestito.

Il garante andrà a corrispondere agli impegni contrattuali al posto del debitore. Per questa ragione il garante deve avere un profilo creditizio adeguato al piano di rimborso del prestito.

Non potrà quindi avere alle spalle dei problemi di rimborso e dovrà contare su caratteristiche reddituali solide attraverso la relativa documentazione.

Prestiti personali e finalizzati: le differenze

Altra questione da considerare è l’utilizzo del prestito. I prestiti in 24 ore così come in generale i finanziamenti veloci possono assumere due forme.

Da una parte ci sono i cosiddetti prodotti finalizzati. Questi prevedono l’acquisto di un certo bene o servizio.

Dall’altra vi sono le linee di credito non finalizzate che rientrano nei prestiti personali. Quest’ultimi non sono pensati in relazione a uno specifico prodotto da acquistare. Di solito i prestiti finalizzati sono più competitivi dal punto di vista del tasso di interesse.

L’opzione dei prestiti cambializzati

Nel segmento dei prestiti veloci possiamo senza dubbio inserire anche i prestiti cambializzati. È un genere di linee di credito contraddistinto dalla sottoscrizione di cambiali, come lascia intendere la denominazione stessa.

La cambiale è del resto un titolo esecutivo e quindi il beneficiario del prestito può essere soggetto al pignoramento senza che l’istituto bancario sia costretto a ottenere l’autorizzazione di un tribunale.

I prestiti cambializzati prevedono solitamente tassi elevati e non sono concessi così di frequente. Vi sono comunque varie finanziarie attive in diverse aree del nostro Paese e specializzate nel segmento dei finanziamenti cambializzati.

Comparatori online e affidabilità finanziaria

Per la ricerca del prodotto più conveniente, in modo particolare nell’ipotesi di prestiti in 24 ore, vi consigliamo anzitutto di valutare con la dovuta attenzione l’ente erogatore.

Questo deve essere affidabile e garantire condizioni contrattuali trasparenti. Chi deve scegliere una proposta nello spazio di pochi giorni può sottostimare l’importanza dell’attendibilità della banca o finanziaria, concentrandosi quasi esclusivamente su alcune condizioni del prestito.

Per compiere una scrematura preliminare, anche in merito ai prestiti in 24 ore, può essere utile utilizzare i comparatori di finanziamenti disponibili gratuitamente sul Web.

Sono ormai diversi gli operatori che si sono specializzati nel raffronto delle offerte online, tra questi rileviamo Facile.it, prestitionline.it e prestiti.segugio.it. E questo è solo per citarne alcune.

I dati riportati da questi possono rappresentare un primo criterio orientativo per comprendere quali sono le tendenze del mercato in fatto di tassi, requisiti, durata, costi e procedure.

Una volta trovata la proposta giusta è utile farsi rilasciare un preventivo gratuito così che il cliente possa prendere visione dell’effettiva sostenibilità del finanziamento.

Tassi usurari 2024: come tutelarsi

Un ulteriore punto di riferimento è la Banca d’Italia che stabilisce i limiti da rispettare per non incorrere nell’usura.

La sostenibilità del piano di ammortamento è un fattore cruciale perché qualora il cliente dovesse aver problemi di rimborso verrà etichettato come “cattivo pagatore”.

Questa condizione può compromettere un nuovo accesso al credito e in generale rende meno affidabile il debitore. Una minore affidabilità creditizia genera un incremento dei tassi presentati dagli enti erogatori.

E implica inoltre una maggiore attenzione circa le garanzie da presentare.

Indice contenuti