Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Tutto sui prestiti Inpdap dipendenti comunali: tassi, importi e domanda online

Prestiti Inpdap per dipendenti comunali 2018

I dipendenti comunali possono ottenere i prestiti Inpdap? I domanda che senza dubbio si pongono i soggetti assunti presso i vari enti comunali e che si trovano a dover affrontare spese improvvise. La riposta è sì, è possibile richiedere prestiti Inpdap dipendenti comunali. Ma vediamo quali sono i requisiti da rispettare.

I prestiti Inpdap sono accessibile a tutti i dipendenti e pensionati pubblici iscritti ad un apposito Fondo credito. Stiamo parlando della Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, fondo a cui sono iscritti obbligatoriamente tutti i dipendenti pubblici, ai fini previdenziali e pensionistici. Di conseguenza, i dipendenti comunali rientrano a pieno titolo nella platea dei beneficiari dei prestiti Inpdap.

Importi e tassi dei prestiti Inps ex Inpdap

I prestiti Inpdap dipendenti comunali si distinguono in due categorie di prodotti: piccoli prestiti e prestiti pluriennali. I primi consentono di ottenere somme relativamente basse. L’importo massimo finanziabile è pari a otto mensilità nette di stipendio o pensione percepite dal richiedente.

Il rimborso avviene con un piano di ammortamento a rate mensili, che si estende per 12, 24, 36 o 48 mesi. Il tasso di interesse è fisso al 4,25%.

I prestiti pluriennali invece sono pensati per agevolare i dipendenti e pensionati pubblici che si trovano a dover affrontare spese importanti. Vengono infatti concessi solo per specifiche finalità, tra le quali troviamo l’acquisto di un’auto e la ristrutturazione della casa di proprietà.

La somma finanziata può anche eccedere i 100 mila euro e il rimborso avviene in 5 o 10 anni. Il piano di ammortamento è a rate mensili. Il Tan è fisso al 3,5%. Sia sui piccoli prestiti che su quelli pluriennali è prevista anche l’applicazione di un’aliquota dello 0,5% per la definizione delle spese di amministrazione.

Richiesta e calcolo prestito Inpdap

Dopo aver visto le condizioni generali dei prestiti Inpdap dipendenti comunali, passiamo alla questione della richiesta. Tutti i prestiti Inpdap devono essere trasmessi per via telematizzata. I moduli di domanda da utilizzare possono essere scaricati dal sito ufficiale dell’Inps, in formato Pdf o zip.

Una volta redatta la domanda, il dipendente comunale deve trasmetterla all’Amministrazione di appartenenza. Sarà questa a inoltrare la richiesta all’Inps. per raggiungere i moduli di domanda è necessario collegarsi con la sezione Tutti i moduli del portale Inps. Da lì è possibile navigare, tramite il menu laterale di sinistra, fino a trovare i modelli relativi alle prestazioni creditizie ex Inpdap.

Sul sito ufficiale dell’Inps è presente anche un servizio che consente di effettuare simulazioni online dei prestiti Inps ex Inpdap. Si tratta di un calcolatore web accessibile a tutti gli utenti, senza bisogno di autenticazione con Pin Inps, pensato per consentire agli interessati di orientarsi nell’offerta prestiti Inpdap.