Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Condizioni dei prestiti Inps dipendenti scuola e richiesta online

Piccolo prestito Inps insegnanti: condizioni e beneficiari

Quando si parla di prestiti agevolati a dipendenti del settore pubblico si fa solitamente riferimento agli iscritti ex Inpdap. Soggetti che hanno la possibilità di accedere al credito a condizioni agevolate grazie ai prestiti ex Inpdap concessi dall’Inps. Tuttavia anche gli insegnanti hanno la possibilità di ottenere finanziamenti a tasso di interesse agevolato, si tratta dei prestiti Inps dipendenti scuola.

I prestiti Inps dipendenti scuola sono finanziamenti passati di competenza dell’Inps in seguito alla soppressione dell’Inpdap avvenuta nel 2011, a cui in precedenza era stato accorpato l’ENAM (L’Ente nazionale di assistenza magistrale).

A beneficiare di tali prodotti sono gli insegnanti e i direttori scolastici assunti presso scuole statali primarie e dell’infanzia. Ai fini dell’accesso al credito è necessario che il richiedente sia in attività di servizio e assunto a tempo indeterminato. Non solo. Al soggetto che presenta la richiesta di finanziamento devono mancare non meno di due anni al pensionamento.

Importo finanziabile e tasso 2018

La somma finanziabile del prestito viene definita in base al reddito del richiedente. Non è possibile infatti ottenere importi superiori a due mensilità di stipendio percepito dal richiedente. A tal proposito si fa riferimento allo stipendio in godimento al momento della richiesta, comprensivo degli assegni a carattere fisso e continuativo.

Il rimborso del finanziamento avviene con un piano di ammortamento che si estende per 24 mesi. Il tasso di interesse applicato (Tan) è pari all’1,5%. Le somme da corrispondere a titolo di interessi sono detratte alla fonte dall’Inps.

Finalità e presentazione della domanda di prestito Inps insegnanti

La domanda di finanziamento deve essere trasmessa online all’Inps, utilizzando l’apposito servizio presente sul sito ufficiale dell’ente previdenziale (inps.it). Per la trasmissione è necessaria l’autenticazione al sito Inps con il Pin Inps.

È necessario chiarire però che i prestiti Inps dipendenti scuola sono concessi solo per affrontare specifiche spese. È possibile presentare domanda per una delle seguenti motivazioni.

  • nascita o adozione di uno o più figli;
  • matrimonio dell’insegnante o dei figli;
  • morte di un familiare;
  • gravi malattie dell’insegnante o di un familiare;
  • acquisto della casa di residenza;
  • interventi di manutenzione straordinaria della casa di residenza;
  • mutuo in corso finalizzato all’acquisto dell’unica casa di proprietà;
  • cure odontoiatriche dell’insegnante o dei familiari a suo carico;
  • trasferimento di residenza;
  • acquisto di un’automobile;
  • frequenza di corsi universitari da parte dell’insegnante o dei figli.