Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestito Inps per estinzione mutuo a tasso agevolato: requisiti e condizioni contrattuali

Prestiti Inps per estinzione mutuo: chi può richiederli?

Sono molti gli italiani che trovano difficoltà a sostenere un mutuo sottoscritto anni fa, non sempre però si ha la possibilità di estinguerlo anticipatamente. Una situazione in cui i dipendenti e i pensionati pubblici sono senza dubbio avvantaggiati rispetto alle altre categorie di contribuenti, poiché possono ricorrere al prestito Inps per estinzione mutuo.

Si tratta di un finanziamento a condizioni agevolate erogato dall’Inps in favore dei soggetti iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici. Il prestito Inps per estinzione mutuo rientra nella categoria dei prestiti pluriennali Inps ex Inpdap.

Finanziamento concessi solo a fronte di documentate esigenze rientranti nelle casistiche previste dal Regolamento Prestiti Inps. Tra le finalità previste per i prestiti pluriennali troviamo appunto l’estinzione di un vecchio mutuo ipotecario. Ma vediamo quali sono i requisiti necessari per accedere al prestito Inps per estinzione mutuo.

Prestiti Inpdap Inps 2016 2017 per estinzione mutuo: le condizioni contrattuali

Trattandosi di un prestito pluriennale, il finanziamento per estinzione mutuo è accessibile solo ai pensionati e ai dipendenti pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, il fondo credito dell’Inps attraverso il quale sono erogati i prestiti ex Inpdap.

Ai fini dell’accesso al credito è necessario anche poter vantare almeno quattro anni di anzianità di servizio utile alla pensione e non meno di quattro anni di versamento contributivo versato presso la sopracitata Gestione unitaria.

Per quanto attiene le condizioni contrattuali, i prestiti per estinzione mutuo hanno una durata decennale e il rimborso del credito avviene tramite un piano di ammortamento a rate mensili, decurtate direttamente dalla busta paga o dalla pensione del richiedente.

Il tasso di interesse è del 3,5%. La somma finanziabile varia da caso a caso e viene definita in base alla somma che il richiedente deve pagare all’istituto mutuante per estinguere anticipatamente il mutuo in corso.

Va inoltre ricordato che oltre al tasso di interesse, sull’importo lordo del prestito si applica anche un’aliquota dello 0,50% per le spese di amministrazione e una quota per il pagamento del premio per il Fondo rischi dell’Inps. Quest’ ultima viene definita in base all’età del richiedente e alla durata del finanziamento.

Prestiti Inps 2016: modulo di domanda e documenti da allegare

La domanda di prestito Inps per estinzione mutuo deve essere redatta utilizzando l’apposito modulo di domanda disponibile sul sito ufficiale dell’Inps. Alla richiesta vanno quindi allegati i seguenti documenti:

  • autocertificazione dello stato di famiglia del richiedente;
  • atto di mutuo;
  • titolo di proprietà dell’immobile.

Oltre ai documenti sopra elencati è necessaria anche la presentazione di una dichiarazione in cui l’istituto mutuante attesta l’importo necessario per poter estinguere il mutuo. Nel documento deve inoltre essere specificato a quale titolo è stato concesso il finanziamento e i dati identificativi dell’immobile su cui è stata accesa l’ipoteca.