Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Cos’è il Prontuario prestiti Inpdap e come usarlo per il calcolo rata

Prestiti Inpdap prontuario per il calcolo rata

Nonostante la soppressione dell’Inpdap, i dipendenti e pensionati pubblici possono accedere a linee di credito a condizioni agevolate. Stiamo parlando dei cosiddetti prestiti Inpdap, prestiti a tasso di interesse agevolato concessi dall’ente previdenziale e che permettono di ottenere somme anche elevate. Quanti desiderano richiedere uno di questi finanziamenti possono utilizzare il Prontuario prestiti Inpdap per valutare l’offerta.

Il Prontuario prestiti Inpdap è un insieme di tavole finanziarie relative ai prestiti Inps ex Inpdap diretti. Tabelle che sono pensate per agevolare dipendenti e pensionati pubblici nella comprensione e nella valutazione dell’offerta prestiti Inpdap.

Lo strumento prende in esame sia i piccoli prestiti che i prestiti pluriennali. Prodotti che, lo ricordiamo, sono concessi direttamente dall’Inps tramite un apposito Fondo di credito che prende il nome di Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Con la soppressione dell’Inpdap infatti le sue funzioni sono passate all’Inps. ente che a partire da gennaio 2012 è subentrato in tutti i rapporti diretti e indiretti dell’Inpdap. Anche se si parla di prestiti Inpdap, quindi sarebbe più corretto parlare di prestiti Inps Gestione Dipendenti Pubblici.

Come usare le tabelle prestiti Inpdap 2024

Come già accennato, le tabelle che compongono il Prontuario prestiti Inpdap consentono di effettuare velocemente il calcolo della rata dei finanziamenti concessi dalla Gestione ex Inpdap dell’Inps.

Il prontuario è infatti composto da diverse tavole finanziarie. ognuna delle quali prende in esame uno specifico prestito. Ciascuna tavola considera un ampio ventaglio di importi finanziabile e per ogni importo sono indicate tutte le voci di spesa che concorrono alla definizione dell’importo netto del prestito.

In altre parole, queste tavole danno all’utente una chiara idea delle spese a cui andrebbe incontro richiedendo un prestito Inps ex Inpdap. Oltre a tasso e rata vi è sono infatti indicate le somme dovute a titolo di spese amministrative, premio Fondo Garanzia e interessi di differimento.

Ricordiamo inoltre che le tabelle del Prontuario prestiti Inps Inpdap possono essere utilizzate solo per la simulazione di prestiti diretti. Non è quindi possibile usare le tabelle per calcolare la rata di finanziamenti concessi da banche e finanziarie convenzionate con l’Inps.

Esempio di calcolo Inpdap piccolo prestito

Concludiamo il nostro approfondimento sulle tabelle con una simulazione di calcolo. Ipotizziamo di voler richiedere un piccolo prestito di durata triennale con un importo di 10 mila euro.

Poiché si tratta di un piccolo prestito il tasso di interesse applicato è del 4,25%. La rata ammonta invece a 295,99 euro mentre le spese di amministrazione sono pari a 50,00 euro. Tra le spese da sostenere troviamo poi gli interessi di differimento, che si attestano a 51,89 euro, e il premio per il Fondo Garanzia Inps. quest’ultimo varia in base all’età del richiedente.

Indice contenuti