Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Quale prestito richiedere per consentire l’estinzione di un prestito contratto con una finanziaria: una guida per l’utente

Crescono ogni anno le persone che scelgono di ricorrere ai prodotti di accesso al credito chiedendo somme di denaro con finalità diverse, che vanno dall’acquisto di un’auto, al prestito personale, al pagamento di un percorso di studi.

Questa tendenza, in alcuni casi, porta a un eccessivo accumulo di debiti, spesso difficili da rimborsare. In circostanze come queste è automatico farsi qualche domanda relativa a quale prestito richiedere per consentire l’estinzione di un prestito contratto con una finanziaria.

Breve guida al consolidamento debiti: come funziona?

Quando si incontrano difficoltà nel rimborso di finanziamenti legati a più realtà creditizie bisogna informarsi sul consolidamento debiti. Si tratta di un prodotto di credito che il contesto sociale di oggi ha portato a essere molto popolare.

Non è affatto difficoltoso trovare una banca o una società finanziaria con una soluzione ad hoc per chi ha più finanziamenti in corso e vuole alleggerire l’impegno economico mensile.

Tra le realtà che mettono a disposizione prestiti per consolidamento debiti è per esempio possibile ricordare il gruppo Poste Italiane con il prodotto Prestito BancoPosta Consolidamento.

Prestito BancoPosta Consolidamento: informazioni tecniche

Il prodotto Prestito BancoPosta Consolidamento è la soluzione che il gruppo Poste Italiane propone a quei clienti che hanno più finanziamenti in corso e vogliono rendere il rimborso più sostenibile grazie a un’unica rata di riferimento. Grazie al prestito in questione è possibile accedere a una cifra massima pari a 50.000€.

Il finanziamento minimo richiedibile è invece corrispondente a 3.000€. Il piano di ammortamento del prestito per consolidamento debiti di Poste Italiane è compreso tra i 24 e i 96 mesi.

Consolidamento debiti con Poste Italiane: i requisiti per l’accesso

Per richiedere l’accesso al Prestito BancoPosta Consolidamento è necessario produrre un reddito da pensione o da lavoro. I clienti interessati al prestito devono presentarsi presso qualsiasi ufficio postale sul territorio italiano muniti di carta d’identità in corso di validità, tessera sanitaria, ultime due buste paga o cedolino pensione e conteggi estintivi dei finanziamenti in corso.

Il gruppo Poste Italiane, in casi particolari, può richiedere la presentazione di garanzie aggiuntive oltre al documento di reddito principale. Questo succede soprattutto quando il cliente è un lavoratore che guadagna poco o che ha alle spalle un’anzianità professionale contenuta.

Credit Express Compact: come funziona il consolidamento debiti di Unicredit

Meritevole di un cenno è anche Credit Express Compact, la soluzione di consolidamento debiti di Unicredit. Questo istituto di credito consente a chi ha in corso diversi finanziamenti di accorpare le varie rate in una sola richiedendo un prestito che può andare dai 3.000 ai 50.000€. La durata del piano di ammortamento, invece, è compresa tra i 36 e i 120 mesi.

Questo prodotto si distingue per l’applicazione di un TAN unico corrispondente al 10,90%.

Indice contenuti