Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Simulazione mutuo Inps 2019, la guida da seguire per il calcolo online

La simulazione mutuo Inps 2019 è oggi centrale per appurare, numeri alla mano, il valore degli aggiornamenti dei tassi di interesse. Recentemente infatti l’Istituto nazionale della previdenza sociale ha apportato modifiche al regolamento che gestisce il mutuo ipotecario ex Inpdap. Usando il calcolo online è semplice prendere visione di quali saranno gli impegni che delineano il rimborso.

Come calcolare la rata mutuo Inps, i servizi online dell’Istituto

Come funziona la simulazione mutuo Inps 2019? Va utilizzato uno strumento online che è stato implementato sul sito dell’Istituto, l’url è www.inps.it. Si tratta di un servizio reperibile nella sezione “Tutti i servizi”, facilmente raggiungibile usando il link in homepage, ed è denominato “Gestione dipendenti pubblici: simulazione piano di ammortamento mutui ipotecari”.

Per rendere più agevole l’individuazione del servizio, l’utente può ricorrere ai filtri inseriti dall’ente nella pagina https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?iPrestazioni=94. Il tema pertinente è “Mutui”.

La simulazione richiede l’inserimento del tipo di tasso di interesse, del valore del finanziamento, valore dell’abitazione, durata e altri particolari relativi al calcolo personalizzato. Vengono rilevate le particolarità del piano di ammortamento e l’Inps ha inserito una ulteriore funzionalità che consente l’ottimizzazione del rapporto tra importo del finanziamento e la sua durata.

Assistenza alla simulazione mutuo ipotecario e i nuovi tassi

La simulazione mutuo Inps 2019 fa riferimento ai nuovi tassi: le alternative sono fisso e variabile. Il primo, ossia il tasso di interesse fisso, è stabilito valutando l’importo del finanziamento e il valore della casa, appurato dalla perizia.

Queste sono le situazioni che possono determinarsi per il mutuatario che opta per il tasso di interesse fisso (la tabella è strutturata valutando la percentuale di intervento, LTV).

Durata

(fino a)   <= 50%               50% – 80%           > 80%

10 anni     1,15%                   1,33%               1,73%

15 anni     1,51%                   1,69%               2,20%

20 anni     1,65%                   1,83%               2,38%

25 anni     1,97%                   2,03%               2,65%

30 anni     1,97%                   2,03%               2,65%

L’altro tasso di interesse è quello variabile che viene stabilito esaminando l’Euribor a 3 mesi, calcolato su 365 giorni, maggiorato di 200 punti base. La rata viene computata tenendo presenti le rilevazioni del 31 marzo, 30 giugno, 30 settembre e 31 dicembre.

Il mutuo ipotecario Inps ex Inpdap è una proposta che l’ente previdenziale ha pensato per gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Qualora l’utente abbia bisogno di maggiori informazioni sui finanziamenti, può ricorrere al Contact center ufficiale. Il numero verde, gratuito da rete fissa è 803 164 (per le chiamate da rete mobile va usato il numero 06 164 164, a pagamento).