Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Surroga o sostituzione mutuo: vantaggi e costi

Come scegliere tra mutuo surroga o sostituzione

Quando si ha in corso un mutuo può capitare che la rata del finanziamento diventi troppo pesante da sostenere. Una situazione in cui è possibile modificare le condizioni applicate al mutuo ricorrendo alla surroga o sostituzione mutuo.

Stiamo parlando di procedure che consentono di trasferire il mutuo in corso presso una nuova banca, che si fa carico del debito. Sebbene spesso siano utilizzati come sinonimi, surroga e sostituzione sono termini che indicano prodotti ben distinti tra loro.

Condizioni e vantaggi della surroga

La surroga del mutuo, detta anche portabilità, consente di trasferire il finanziamento in corso presso una nuova banca senza il bisogno di estinguere l’ipoteca. L’ipoteca immobiliare posta a garanzia del mutuo viene infatti trasferita da un istituto all’altro. In questo modo si evitano le spese notarili.

A tal proposito ricordiamo che la surroga mutuo si presenta come un’operazione completamente gratuita per il mutuatario. Non sono infatti applicate commissioni dalla banca subentrante e l’istituto di credito originario non può richiedere costi per l’estinzione anticipata. Quanto detto è stabilito dalla normativa vigente.

Sebbene la gratuità della surroga sia un vantaggio, questa comporta l’impossibilità di richiedere nuova liquidità. Questo perché l’ipoteca immobiliare era stata sottoscritta per far fronte alla concessione del mutuo originario. Per ottenere nuova liquidità sarebbe necessario estendere la garanzia ipotecaria, operazione che non è prevista per la surroga mutuo.

La surroga consente però di modificare le condizioni di rimborso del mutuo. Sarà quindi possibile applicare un tasso di interesse più vantaggioso, nonché modificare importo e frequenza delle rate di ammortamento. Passando ad una nuova banca infatti sarà possibile concordare con essa delle condizioni diverse rispetto a quelle stabilite con l’istituto precedente.

Perché scegliere la sostituzione mutuo

Per approfondire la questione surroga o sostituzione mutuo, dopo aver visto la surroga passiamo in rassegna le condizioni della sostituzione. La sostituzione del mutuo prevede la possibilità di trasferire il mutuo presso una nuova banca estinguendo l’ipoteca e accendendone una nuova.

In questo caso, a differenza i quanto accade con la surroga del mutuo, sono previste delle spese ma allo stesso tempo è possibile ottenere nuova liquidità. Anche in questo caso, ovviamente, è possibile concordare con la banca condizioni completamente diverse rispetto a quelle previste per i mutuo originario. Le spese notarili sono a carico del mutuatario

Per rispondere alla questione se sia meglio la surroga o sostituzione mutuo possiamo dire che per quanti hanno bisogno di nuova liquidità è preferibile la sostituzione. La surroga invece è ideale per coloro che desiderano solo ottenere condizioni migliori per il mutuo in corso.