Cessione del quinto dello stipendio come funziona e perché conviene

Sono tanti i clienti che si chiedono cessione del quinto dello stipendio come funziona? Questo è normale dato che si parla di uno dei prodotti di accesso al credito più apprezzati. Il motivo del successo è legato alla comodità. Con la cessione quinto dello stipendio, disciplinata dal D.P.R. 180/1950, il rimborso avviene automaticamente.

Il dipendente, che può essere sia pubblico sia privato, cede la quinta parte della propria busta paga netta all’istituto di credito che ha erogato il finanziamento.

Cessione del quinto come si calcola: informazioni sul tasso e non solo

Continuiamo a parlare di cessione del quinto dello stipendio come funziona specificando che questo prodotto è caratterizzato da un tasso fisso per tutta la durata del piano di rimborso. Il suddetto è inferiore alla soglia anti usura.

La cessione del quinto della busta paga può inoltre avere una durata massima pari a 120 mesi. La somma massima ottenibile, invece, varia a seconda delle politiche della realtà creditizia.

Chi eroga i prestiti contro cessione del quinto dello stipendio

Un tassello fondamentale da considerare nell’ambito di cessione del quinto dello stipendio come funziona riguarda le realtà che erogano questi finanziamenti. Ce ne sono numerose. Tra queste è possibile ricordare quelle convenzionate con l’Inps, come per esempio BNL. In questo specifico frangente, con la cessione del quinto della busta paga è possibile ottenere fino a 104.000€. La cifra in questione può essere rimborsata con un tasso d’interesse agevolato.

Interessante è anche la proposta di Unicredit, che consente ai dipendenti privati di richiedere fino a 47.000€ e ai pubblici fino a 72.000. in questo caso la realtà creditizia propone un piano che va dai 24 ai 120 mesi e un TAN promozionale del 5,30% per chi sottoscrive il prestito entro la fine di marzo 2017.

La cessione del quinto della busta paga è un prestito personale

Chi si domanda cessione del quinto dello stipendio come funziona si chiede se è necessario o meno giustificare la cifra ricevuta. La risposta è no. Il prestito contro cessione del quinto dello stipendio è personale. Il cliente, per questo, può disporre liberamente della cifra ricevuta.

Vantaggi del prestito contro cessione del quinto dello stipendio: rivediamoli assieme

Quali sono i vantaggi della cessione quinto busta paga? A questa domanda, molto frequente tra chi si chiede cessione del quinto dello stipendio come funziona, bisogna rispondere ricordando anche l’accessibilità da parte degli iscritti alla Crif. La cessione del quinto stipendio, ma anche quella della pensione, è disponibile anche per cattivi pagatori e protestati.

L’erogazione della cifra non è infatti subordinata ai controlli delle banche dati. Molto importante è ricordare anche la certezza della rata nel corso del tempo e la possibilità di richiedere un rinnovo del prestito. Questo è consentito solo in caso di rimborso del 40% delle rate. Non è possibile se il prestito iniziale dura 60 mesi.