Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Condizioni e vantaggi dei prestiti pensionati Inps fino a 90 anni

Offerte prestiti Inps cessione del quinto della pensione

In passato i pensionati difficilmente ottenevano prestiti personali, finanziamenti che erano riservati ai lavoratori. Con l’estensione della cessione del quinto anche ai pensionati però ottenere prestiti pensionati Inps fino a 90 anni è diventato molto più semplice.

Quando si parla di prestiti pensionati Inps fino a 90 anni si fa riferimento a finanziamenti su cessione del quinto. Prodotti che sono basati su rate di ammortamento a cadenza mensile decurtate direttamente dalla pensione mensile percepita dal beneficiario.

L’importo della rata viene definito sulla base dell’importo del trattamento pensionistico del richiedente. Come suggerisce il nome del prodotto, infatti, i prestiti su cessione del quinto prevedono una rata mensile massima pari a un quinto della pensione, ossia il 20%.

La durata del finanziamento può arrivare al massimo a 120 mesi (10 anni) e il tasso di interesse è fisso. Condizioni che garantiscono la certezza di una rata certa. Rata che viene decurtata direttamente dalla pensione del richiedente, che in questo modo non deve preoccuparsi delle scadenze fissate per le rate di ammortamento.

Tra i vantaggi dei prestiti su cessione del quinto ricordiamo anche il fatto che sono accessibili a soggetti con età fino a 90 anni. Per questo si parla di prestiti pensionati Inps fino a 90 anni, il limite anagrafico è però da intendersi per la data prevista alla fine del piano di ammortamento.

A chi rivolgersi

Ma chi eroga prestiti pensionati Inps fino a 90 anni? Questi finanziamenti possono essere concessi direttamente dall’ente previdenziale oppure da banche convenzionate con l’Inps.

Nel primo caso abbiamo la concessione di prestiti a condizioni agevolate concessi dall’Inps tramite un apposito Fondo Credito, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. I prestiti pensionati Inps fino a 90 anni concessi da banche e finanziarie convenzionate con l’Inps invece prevedono la presenza di convenzioni stipulate tra istituti di credito e ente previdenziale. In questo secondo caso abbiamo condizioni variabili da banca a banca.

Prestiti Inps ex Inpdap per pensionati 2018

I prestiti pensionati Inps fino a 90 anni concessi dall’ente previdenziale sono prodotti erogati dall’Inps tramite un apposito Fondo. Si dividono in due categorie di prodotti: piccoli prestiti e prestiti pluriennali.

I piccoli prestiti sono prodotti di breve durata con importi definiti in base al reddito percepito dal richiedente. Possono durare 12, 24, 36 o 48 mesi e per ogni anno di durata del finanziamento è possibile ottenere una somma pari a una mensilità di pensione percepita dal richiedente.

Quanti non hanno in corso trattenute sulla pensione possono ottenere anche prestiti in doppia mensilità. In questo caso la somma finanziabile è pari a due mensilità di pensione. Il tasso di interesse è sempre fisso al 4,25%.

Diversa la questione per i prestiti pluriennali. In questo caso parliamo di prodotti concessi solo per affrontare documentate spese, che devono rientrare tra le finalità previste dal Regolamento Prestiti Inps.

La somma erogabile varia a seconda della ragione per cui si richiede il prestito. Lo stesso vale per la durata del piano di rimborso, che può essere di 5 o 10 anni a seconda della finalità per cui si richiede il prestito. Il tasso di interesse è fisso al 3,5%.