Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come funziona la simulazione prestito pluriennale Inps: la guida

Compiendo una simulazione prestito pluriennale Inps per dipendenti pubblici, è possibile conoscere, in pochi istanti, gli aspetti fondamentali del rimborso: dalla rata ai tassi passando per costi e importi. Passiamo alle operazioni che consentono di eseguire la simulazione online.

Come compiere il calcolo online dei prestiti pluriennali per dipendenti pubblici

Il calcolo online è eseguibile sfruttando i servizi del sito Inps. L’indirizzo web di riferimento è https://www.inps.it/. Qui andrà fatto click sul collegamento pertinente i servizi che prende appunto il nome di “Tutti i servizi”. È un elemento presente nella parte superiore sinistra della pagina.

Verranno così mostrati “Prestazioni e servizi”. Per individuare la simulazione prestito pluriennale Inps sarà indispensabile usare il filtro per tipologia di utenza. Tra le opzioni andrà selezionato “Dipendenti pubblici” e quindi avviata la ricerca premendo il pulsante “Filtra”.

Scorrendo tra i diversi risultati andrà selezionato il servizio denominato “Gestione dipendenti pubblici: simulazione calcolo piccoli prestiti e prestiti pluriennali”.

Sarà quindi caricata la pagina di simulazione. Sono tre le modalità di calcolo dei finanziamenti ex Inpdap Inps. Oltre alla simulazione base, che richiede solo data di nascita e importo dello stipendio netto, vi sono la simulazione realizzata in base a una rata stabilita dall’utente, e quella definita considerando l’importo richiesto del finanziamento.

Sarà possibile così conoscere la rata, gli interessi, le spese che incidono sul piano di rimborso e gli importi, sia lordi che netti.

Il tasso di interesse fisso aggiornato al 2018 e l’assistenza Inps

La simulazione prestito pluriennale Inps fa riferimento al finanziamento ex Inpdap destinato a dipendenti pubblici e pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Si tratta di un prestito che prevede due periodi di rimborso: cinque o dieci anni, 60 o 120 rate mensili. Quanto al tasso di interesse, l’Inps ha disposto un tasso fisso pari al 3,50%, deve essere tuttavia considerata una aliquota per i costi amministrativi (0,50%) e un premio relativo ai rischi legati al finanziamento.

Chi è interessato al finanziamento dovrà inviare la richiesta online, usando le funzionalità del sito dell’Istituto. Per maggiori informazioni vi consigliamo di contattare l’ente previdenziale utilizzando il Contact center.