Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui acquisto prima casa: le offerte migliori del momento

La prima casa è un bene essenziale e la possibilità di comprarla rappresenta un traguardo importante per chiunque. Ecco perché bisogna scegliere con attenzione le caratteristiche del piano di rimborso, analizzando il maggior numero possibile di proposte relative a mutui acquisto prima casa. Vediamo quale scegliere e perché.

Mutuo acquisto prima casa: le soluzioni a tasso fisso

Entriamo nel dettaglio dei migliori mutui acquisto prima casa del momento analizzando qualche soluzione a tasso fisso. Per avere un quadro più chiaro prendiamo come punto di partenza un mutuo di 200.000€ richiesto per un immobile che ne vale 300.000.

Il cliente di questa simulazione è un impiegato che guadagna 2.200€ al mese e che sceglie un piano di ammortamento della durata di 25 anni.

Tra le proposte interessanti da segnalare ricordiamo quella di IWBank, che propone un mutuo con una rata mensile pari a 847,71€, con TAN e TAEG corrispondenti rispettivamente al 2 e al 2,08%. Le spese d’istruttoria corrispondono a 600€ e non sono presenti oneri di perizia.

Da ricordare è anche la soluzione di UBI, che prevede sempre una rata di 847,71€, con TAN e TAEG al 2 e al 2,14%.

Migliori mutui a tasso variabile per la prima casa: ecco le offerte da non perdere

Continuiamo a parlare di mutui acquisto prima casa analizzando le offerte a tasso variabile. Per approfondire i vari esempi consideriamo sempre il mutuo di 200.000€ per un immobile caratterizzato da un valore complessivo di 300.000. Il piano di ammortamento è pari a 25 anni.

Tra le proposte degli istituti di credito è possibile ricordare quella di Bancadinamica, che prevede una rata mensile di 755,83€. In questo caso il tasso è pari all’1,02% ed è calcolato sulla base del parametro Euribor 3 mesi, maggiorato di uno spread dell’1,35%.

Da citare è anche la soluzione di We Bank, che tenendo sempre fermi i parametri sopra ricordati, prevede una rata pari a 767,40€, con tasso pari all’1,15% e calcolato sulla base dell’Euribor 3 mesi maggiorato di uno spread dell’1,15%.

Mutuo prima casa al 100: come funziona?

Esistono i mutui acquisto prima casa al 100? Questi piani sono rari in quanto considerati particolarmente rischiosi dagli istituti di credito, ma vengono comunque concessi in casi particolari.

Uno di questi riguarda l’adesione al Fondo di Garanzia per la prima casa, una misura ministeriale attiva dal 2014 che si rivolge ai giovani under 35, alle coppie sposate o conviventi da almeno due anni, a chi vive in affitto in un alloggio popolare e ai genitori single con figli piccoli a carico.

Il Fondo permette di richiedere un mutuo per la prima casa con la garanzia statale sul 50% della quota capitale.

Mutuo al 100% prima casa: le regole del Fondo

Per accedere al Fondo e per richiedere mutui acquisto prima casa al 100 è necessario che l’immobile oggetto dell’acquisto abbia un valore inferiore ai 250.000€, che non sia incluso nelle categorie catastali A1, A8 e A9 e che rappresenti per il beneficiario la prima casa di proprietà sul territorio italiano.

Indice contenuti