Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Acquistare l’abitazione con i prestiti Inpdap dipendenti pubblici prima casa agevolati

Come funzionano i prestiti agevolati prima casa

I prestiti pluriennali fanno parte dei cosiddetti prestiti ex Inpdap, linee di credito a condizioni agevolate concesse a pensionati e dipendenti pubblici afferenti alla Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps. Prestiti finalizzati che consentono di ottenere somme, anche superiori a 100 mila euro, per rispondere a diverse necessità tra cui l’acquisto della casa. Ma vediamo come ottenere prestiti Inpdap dipendenti pubblici prima casa.

Come accennato, i prestiti pluriennali sono concessi solo a fronte di documentate necessità rientranti nelle casistiche previste dal Regolamento Prestiti Inps, tra cui troviamo l’acquisto della prima casa, ma anche la possibilità di acquistare una casa destinata a diventare la residenza del figlio maggiorenne che desidera costituire un proprio nucleo familiare.

Chi può ottenere il finanziamento

Possono ottenere i prestiti Inpdap dipendenti pubblici prima casa esclusivamente quanti risultano iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo credito dell’Inps) e possono vantare almeno quattro anni di anzianità di servizio utile alla pensione e quattro di versamento contributivo presso la Gestione unitaria. Per gli iscritti in servizio è richiesta anche la presenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Importi e rimborso

I prestiti Inpdap dipendenti pubblici prima casa, che possono essere richiesti sia per la costruzione che per l’acquisto della casa destinata a residenza, hanno durata decennale e prevedono un piano di ammortamento a rate mensili. L’importo della rata non può superare la quinta parte dello stipendio o della pensione del richiedente.

L’importo massimo finanziabile è di 150 mila euro e il tasso di interesse è pari al 3,50%. Oltre al tasso, sull’importo lordo del finanziamento si applicano anche un’aliquota per spese di amministrazione pari allo 0,50% e una per fondo rischi. Quest’ultima viene definita in base all’età del richiedente. Il rimborso del prestito inizia il secondo mese successivo a quello di concessione della somma.

Come presentare la domanda

Come richiedere prestiti Inpdap dipendenti pubblici prima casa? La domanda di finanziamento deve essere presentata per via telematizzata, attraverso l’apposito servizio on line. Il modulo di richiesta è disponibile in formato Pdf nella sezione dedicata del sito ufficiale dell’Inps (percorso: “Home – Prestazioni e Servizi – Tutti i moduli – Gestione Dipendenti Pubblici – Iscritto/Pensionato – Prestazioni creditizie e sociali”).

Alla domanda dovrà poi essere allegata tutta la documentazione indicata dal Regolamento Prestiti Inps. Ricordiamo che gli iscritti in attività di servizio devono presentare la domanda di finanziamento per il tramite dell’amministrazione di appartenenza, mentre i pensionati possono ricorrere esclusivamente alla procedura online accedendo all’Area riservata del sito Inps con il Pin dispositivo.

Assistenza Inps

Quanti desiderano ottenere maggiori informazioni in merito ai prestiti agevolati per l’acquisto della casa e alle altre prestazioni erogate dall’Inps possono rivolgersi al Contact Center dell’Inps. Il servizio di assistenza risponde alle richieste di assistenza ed informazione di tutti i dipendenti e pensionati afferenti alle varie Gestioni dell’Inps.

L’assistenza viene fornita sia tramite il servizio automatico che con l’impiego di operatori, anche bilingue. Il Contact Center è infatti attivo in otto lingue:

  • italiano
  • inglese
  • spagnolo
  • tedesco
  • francese
  • polacco
  • russo
  • arabo.

Il servizio automatico è attivo tutti i giorni, 24 ore su 24, inclusi i festivi. Gli operatori invece sono disponibili da lunedì a venerdì dalle 8,00 alle 20,00 e il sabato dalle 8,00 alle 14,00.

I numeri di riferimento per il Contact Center Inps sono: 803 164 (numero verde gratuito) per le telefonate da rete fissa e lo 06 164 164 (a pagamento) per le chiamate da cellulare.

Ricordiamo infine che oltre alle chiamate da rete fissa o mobile è possibile contattare il Contact center Inps anche via internet, utilizzando il servizio VoIP Parla con noi oppure attraverso l’applicazione Skype. Per maggiori informazioni in merito ai canali di contatto dell’Inps vi invitiamo a consultare la pagina dedicata, sul sito ufficiale dell’Istituto.

Indice contenuti