Richiesta di Piccolo prestito Inps, le procedure online per inviare la domanda

Inviare la richiesta di Piccolo prestito Inps 2018 ti permette di ricevere uno dei finanziamenti non finalizzati più competitivi. È quindi una risorsa che ti consentirà di fronteggiare i tuoi acquisti, godendo di tassi particolarmente favorevoli. Adesso, con la nostra guida, puoi scoprire come ricevere questa linea di credito.

Domanda di finanziamento ex Inpdap Inps 2018: come inviarla via Web

Il mezzo principale per procedere con la richiesta di Piccolo prestito Inps è costituito dai servizi online del sito dell’Istituto. Si tratta infatti di un finanziamento fornito dall’Istituto nazionale della previdenza sociale a dipendenti pubblici e pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Il sito da utilizzare è https://www.inps.it. Al suo interno dovrai individuare la pagina chiamata “Richiedere un piccolo prestito iscritti Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali”.

Si tratta di una pagina in cui sono riportati gli aspetti salienti di questa linea di credito e vengono accennate anche le modalità di invio della domanda.

Per continuare con la procedura devi avere a disposizione il tuo PIN, ovvero un codice a carattere personale che viene fornito dall’Istituto. Se ancora non lo hai richiesto, visita la nostra pagina relativa a questo strumento.

Nella pagina di richiesta di piccolo prestito Inps del sito dell’ente previdenziale, dovrai premere il pulsante “Accedi al servizio”. Una volta selezionato il servizio, dovrai riempire la pagina di login.

L’autenticazione prevede l’inserimento del PIN e del tuo codice fiscale. I pensionati possono anche sfruttare altre modalità di invio della domanda.

Se sei un pensionato puoi inoltrare la richiesta di piccolo prestito Inps usando il Contact center (che risponde ai numeri 803 164, 06 164 164) o enti di patronato o intermediari dell’ente previdenziale.

Qual è il tasso e le altre condizioni di rimborso?

Valutiamo le generali condizioni di rimborso del finanziamento. Uno degli aspetti di maggiore rilievo è rappresentato dal tasso di interesse. Il piano di rimborso è contraddistinto da un TAN fisso del 4,25%.

Il rimborso può essere distribuito su un periodo che va da 12 a 48 mesi. Oltre al tasso, tieni in considerazione l’incidenza dei costi amministrativi, pari allo 0,50%, e il premio fondo rischi.

Quali somme puoi ricevere? Il valore assoluto della cifra dipende dal tuo stipendio e dalla durata del piano di rimborso che hai selezionato. L’entità minima corrisponde a una volta lo stipendio (oppure pensione), ma puoi ricevere una somma anche otto volte il tuo accredito mensile.

Se hai bisogno di assistenza, rivolgiti all’Istituto utilizzando il Contact center.