Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Affronta le spese con serenità con i prestiti pluriennali Inpdap a tassi agevolati

Cosa sono e come funzionano i prestiti pluriennali

Il primo gennaio 2012, a seguito del Decreto salva Italia varato dal Governo Monti, l’Inpdap è stato accorpato all’Inps. Nonostante la soppressone dell’ente, i servizi dell’Inpdap continuano ad essere garantiti grazie alla Gestione Dipendenti Pubblici (o Gestione ex Inpdap) istituita presso l’Inps.

La gestione ex Inpdap si occupa sia dell’erogazione delle prestazioni previdenziali che dei prestiti agevolati Inpdap. Questi ultimi sono particolari finanziamenti concessi dall’ente agli iscritti a condizioni particolarmente vantaggiose rispetto a quelle di mercato.

Tra i finanziamenti Inpdap troviamo i prestiti pluriennali Inpdap, linee di credito con durata quinquennale o decennale che possono essere erogate sia dal Fondo credito dell’Inps (Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali) che da finanziare convenzionate con l’Istituto. I primi si dicono prestiti pluriennali diretti, mentre gli altri sono definiti “garantiti”, dato che l’Istituto non eroga il finanziamento, ma si impegna soltanto a garantire per il proprio iscritto.

I prestiti diretti

I prestiti pluriennali Inpdap diretti sono concessi solo a fronte di un’effettiva necessità personale o familiare, riconducibile alle casistiche previste dal regolamento prestiti Inpdap. Hanno accesso alla prestazione esclusivamente i dipendenti e i pensionati Inpdap iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Per ottenere il credito i richiedenti devono essere in possesso di almeno quattro anni di anzianità di servizio utile alla pensione e minimo quattro anni di versamento contributivo al Fondo credito. Possono ottenere i prestiti pluriennali Inpdap sia gli iscritti in attività di servizio assunti con contratto a tempo indeterminato che quelli con contratto a termine.

I dipendenti pubblici a tempo determinato possono accedere ai prestiti solo se in possesso di un contatto con durata non inferiore a tre anni. In questo caso i finanziamenti concessi dovranno avere una durata inferiore al periodo di attività previsto dal contratto di lavoro.

Tasso e rimborso

In generale i prestiti pluriennali Inpdap possono avere una durata quinquennale o decennale e l’importo massimo erogabile viene definito in base alla motivazione per cui si richiede il finanziamento, secondo quanto stabilito dal Regolamento Prestiti Inpdap.

Il rimborso del finanziamento avviene tramite decurtazione diretta dallo stipendio e la quota cedibile, ossia l’importo della rata mensile, non può superare il quinto della stipendio o della pensione percepita dal richiedente al netto delle tasse. Al finanziamento viene applicato un tasso di interesse fisso pari al 3,5% e un’aliquota per spese di amministrazione pari allo 0,5%.

Come richiedere il prestito

La domanda di finanziamento deve essere redatta sugli apposti moduli prestampati disponibili sul sito ufficiale dell’Inps e in tutte le sedi Inps gestione ex Inpdap. L’incartamento, corredato di tutta la documentazione prevista, può essere inviato esclusivamente per via telematizzata attraverso il servizio on line “Domande web Prestiti Pluriennali”.

Gli iscritti in servizio devono inoltrare le domande tramite l’amministrazione di appartenenza, mentre i pensionati devono inviare la richiesta di credito accedendo all’Area riservata del sito Inps utilizzando il proprio Pin dispositivo.

I moduli di domanda possono essere scaricati direttamente online dal sito Inps, seguendo il percorso: “Prestazioni e Servizi – Tutti i moduli – Gestione Dipendenti Pubblici – Iscritto/Pensionato – Prestazioni creditizie e sociali”.

Simulazione online

Ricordiamo inoltre che sul sito ufficiale dell’Inps è attivo un servizio che permette di simulare i finanziamenti erogati dall’Istituto in favore di dipendenti e pensionati pubblici. Per raggiungerlo è necessario collegarsi con il portale ufficiale dell’Inps e seguire il percorso: “Home – Prestazioni e Servizi – Gestione dipendenti pubblici: simulazione calcolo piccoli prestiti e prestiti pluriennali”.

Caratteristiche dei prestiti pluriennali garantiti

I prestiti pluriennali Inpdap garantiti sono rivolti esclusivamente agli iscritti alla Gestione unitaria per le prestazioni creditizie e sociali in attività di servizio. Per accedere al credito i richiedenti devono essere in possesso di almeno quattro anni di servizio effettivo nel rapporto di impiego utili ai fini pensionistici.

A differenza di quanto accade per i prestiti pluriennali diretti, quelli garantirti sono erogati da banche e società finanziarie convenzionante con l’Inpdap, mentre l’istituto si impegna a garantire il prestito contro il rischio di morte dell’iscritto prima dell’estinzione del debito, riduzione dello stipendio e cessazione dal servizio senza diritto a pensione.

La domanda

Come richiedere il finanziamento? Per ottenere un prestito pluriennale garantito l’iscritto deve presentare una domanda di finanziamento (corredata di un certificato medico di sana costituzione fisica) in quadruplice copia all’amministrazione di appartenenza.

La richiesta, compilata dall’amministrazione e completa della dichiarazione dimostrativa dello stipendio, viene poi trasmessa all’istituto di credito che, dopo aver compilato la proposta di contratto riportata sul modello, restituisce l’incartamento all’amministrazione.

Indice contenuti