Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come Funziona il Prestito Inpdap Spese Dentistiche e Perché Sceglierlo

La propria salute è uno dei pochi capitoli di spesa sui quali è sempre importante investire. Si possono però presentare circostanze in cui i risparmi non bastano per affrontare le spese. Fenomeno che capita piuttosto di frequente quando si tratta di costi odontoiatrici. Dipendenti e pensionati pubblici interessati a questo genere di linee di credito possono ricorrere al prestito Inpdap spese dentistiche. Vediamo perché sceglierli.

Cosa offrono i Prestiti Inps ex Inpdap

Cos’è esattamente e cosa offre il prestito Inpdap spese dentistiche? Come abbiamo ricordato in molti altri nostri approfondimenti, quando trattiamo di prestiti Inpdap ci riferiamo in realtà ai prestiti Inps Gestione Pubblica.

Un cambio di denominazione frutto di una riforma previdenziale che ha condotto alla chiusura dell’Inpdap. Adesso è l’Inps l’ente cui devono rivolgersi dipendenti e pensionati pubblici.

Cos’è la cessione del quinto Inps

Chiarito chi è che effettivamente cura l’erogazione dei prestiti ex Inpdap addentriamoci nelle proposte. L’Inps propone varie linee di credito concepite per lavoratori e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Non abbiamo uno specifico prestito Inpdap spese dentistiche ma un finanziamento che prevede tra le sue finalità anche questo tipo di impiego. Ci stiamo riferendo ai Prestiti pluriennali diretti Gestione Pubblica.

Sono finanziamenti contraddistinti su una delle modalità di rimborso impiegate più di frequente, ovvero la cessione del quinto. Per questa ragione il rimborso si realizza a fronte di rate che non possono superare la soglia del 20% di stipendio o pensione netti.

Altro aspetto da tenere presente per il cliente è che la rata viene sottratta alla fonte dall’ente previdenziale. Il piano di ammortamento si verificherà quindi in modo meccanico, senza che il beneficiario del prestito debba preoccuparsi.

Tassi e durata dei Prestiti pluriennali Inpdap

I Prestiti pluriennali diretti prevedono in realtà vari utilizzi: dalla ristrutturazione della prima casa fino al riscatto di alloggi popolari.

Ed è nell’ambito delle finalità riportate dal regolamento Inps che rileviamo: “Protesi dentarie e cure odontoiatriche riferite all’iscritto, al coniuge e ai figli a carico”. La durata per questa finalità è di cinque anni ma in generale il prestito implica due opzioni: cinque o dieci anni, a seconda dell’utilizzo del credito.

Per quanto riguarda il tasso di interesse, rileviamo un tasso fisso del 3,50%. Sono da esaminare anche altri capitoli di spesa: ci sono dei costi amministrativi che risultano pari allo 0,50%.

Quanto alla documentazione da presentare, rileviamo:

  • autocertificazione dello stato di famiglia;
  • preventivo dettagliato rilasciato da uno specialista con l’indicazione delle cure da effettuare e delle spese da affrontare.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo alla sezione prestiti pluriennali del nostro portale.

Indice contenuti