Prestito pluriennale diretto Inps Inpdap per dipendenti e pensionati pubblici

Inps prestito pluriennale diretto: cos’è e chi può ottenerlo

I prestiti pluriennali Inps ex Inpdap sono prodotti a tasso di interesse agevolato concessi dalla Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps. Si dicono diretti perché non prevedono l’intervento di banche o società finanziare. Il capitale viene infatti concesso dall’ente previdenziale, tramite un apposito Fondo credito. Ma chi può ottenere un prestito pluriennale diretto Inps?

I finanziamenti sono rivolti ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti ad un apposito fondo credito, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Ai fini dell’accesso al credito, è necessario poter contare anche su almeno quattro anni di anzianità utile ai fini pensionistici, e minimo quattro anni di versamenti presso la Gestione Unitaria.

I dipendenti assunti a tempo determinato devono inoltre avere un contratto di lavoro di durata non inferiore a 3 anni.

Finalità dei prestiti pluriennali Inpdap 2018

Ora che abbiamo visto chi sono i beneficiari del prestito pluriennale diretto Inps, è necessario chiarire per quali finalità viene concesso. A differenza di quanto accade con i piccoli prestiti Inps, infatti, i prestiti pluriennali sono erogati solo per alcune finalità.

Il richiedente deve quindi presentare domanda specificando la ragione per cui desidera ottenere il finanziamento. Se la motivazione rientra tra quelle indicate nel Regolamento Prestiti Inps è possibile ottenere il capitale.

Riportiamo di seguito alcune delle finalità previste dal Regolamento, specificando che i prestiti pluriennali possono durare 5 o 10 anni, proprio in virtù della spesa a cui fanno riferimento.

Prestiti quinquennali:

  • Rapina, furto, incendio
  • Trasloco per esigenze familiari lavorative
  • Lavori condominiali della casa in proprietà di residenza
  • Interventi di manutenzione ordinaria per la casa di residenza
  • Acquisto di un’auto
  • Matrimonio del richiedente o del figlio

Prestiti decennali:

  • Acquisto della prima casa
  • Costruzione della prima casa
  • Estinzione anticipata (totale o parziale) di un mutuo ipotecario
  • Interventi di manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia, restauro e risanamento conservativo della casa di proprietà o in nuda proprietà.

Tasso di interesse e calcolo web Inpdap

La somma erogabile viene definita in base al reddito percepito dal richiedente. Per quanto attiene alle condizioni di rimborso, il prestito pluriennale diretto Inps prevede una rata mensile detratta direttamente da busta paga o pensione.

Come già accennato, l’ammortamento è decennale o quinquennale. Il tasso di interesse è sempre fisso al3,5%. Sull’importo lordo del finanziamento è applicata un’aliquota dello 0,5% per la definizione delle spese di amministrazione.

Sul sito ufficiale dell’Inps è presente un servizio per il calcolo della rata online. Per maggiori informazioni vi rimandiamo al nostro articolo di approfondimento.