Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Scopri i documenti necessari per finanziamento personale

Quali sono i documenti necessari per richiedere un finanziamento

La richiesta di un finanziamento è ormai un evento all’ordine del giorno. Sono tantissimi gli italiani che si trovano a dover ricorrere ai prestiti per realizzare i propri progetti. E sebbene non sia possibile avere la certezza che la banca erogherà il credito richiesto, per accorciare i tempi di erogazione è preferibile presentare subito tutti i documenti necessari per finanziamento.

Questi si compongono di documentazione fiscale ed economica. La documentazione fiscale da presentare in sede di domanda di prestito varia a seconda che il richiedente sia cittadino italiano, cittadino UE o extracomunitario. Per i cittadini italiani sono richiestisi: documento di identità e codice fiscale.

Nel caso a presentare la domanda sia un cittadino UE invece sono necessari carta di identità, certificato di residenza in Italia, regolare attestazione di regolarità di soggiorno. Nell’ipotesi di finanziamenti richiesti da un cittadino extracomunitario è sufficiente un documento di soggiorno.

Allo stesso modo, la documentazione economica varia a seconda dell’attività svolta dal richiedente. Ai lavoratori dipendenti sono richieste le ultime buste paga e il Cud. Gli autonomi invece devono presentare l’ultima dichiarazione dei redditi e il modulo F24 che attesta i relativi pagamenti. Per i pensionanti normalmente è sufficiente il cedolino della pensione.

Requisiti per ottenere un prestito nel 2020

Presentare i documenti necessari per finanziamento è indispensabile per ottenere il credito, ma anche possedere certi requisiti è necessario. Nello specifico, possono ottenere un finanziamento solo i soggetti maggiorenni con età fino a 75 anni.

Banche e società finanziarie concedono inoltre finanziamenti solo a condizione che il richiedente vanti un reddito tale da assicurare il rimborso del debito. In assenza di un’adeguata capacità di solvenza, non è possibile ottenere somme in prestito.

Non solo. Il richiedente deve risultare finanziariamente affidabile, ossia non essere segnalato come cattivo pagatore nei database CRIF. Fanno eccezione i prestiti su cessione del quinto, accessibili anche a chi ha già in corso altri finanziamenti e ai cattivi pagatori.