Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Chi concede prestiti a dipendenti a tempo determinato e come ottenerli

Come ottenere prestiti per dipendenti a tempo determinato

Quando ci si trova a dover affrontare spese importanti può risultare necessario richiedere un prestito. Situazione in cui i dipendenti assunti con contratto di lavoro a tempo determinato possono incontrare delle difficoltà nell’accesso al credito. Tuttavia è possibile anche ottenere prestiti a dipendenti a tempo determinato.

Stiamo parlando di finanziamenti che solitamente sono concessi sotto forma di prestito personale, con rimborso tramite rate mensili con addebito diretto sul conto. Ai fini dell’accesso al credito è solitamente necessario poter contare su un contratto di lavoro di durata superiore a quella del finanziamento.

In alcuni casi è possibile ricorrere anche alla cessione del quinto dello stipendio. Soluzione accessibile anche a quanti sono segnalati come cattivi pagatori o hanno in corso altri finanziamenti.

In ogni caso i prestiti a dipendenti a tempo determinato consentono solitamente di ottenere somme relativamente basse. Il rimborso si estende per circa 3- 5 anni e il tasso di interesse è fisso. Quasi tutte le principali banche e società finanziarie attive in Italia erogano prodotti di questo tipo, anche se i requisiti da rispettare e le condizioni di rimborso variano da istituto a istituto.

Prestiti per dipendenti pubblici a tempo determinato

Tra le varie soluzioni di prestiti a dipendenti a tempo determinato presenti sul mercato ricordiamo i finanziamenti Inps ex Inpdap. Linee di credito a condizioni agevolate dedicati a dipendenti pubblici e statali.

I prestiti ex Inpdap sono erogati dall’Inps tramite la Gestione Dipendenti Pubblici. Prodotti che sono concessi tramite di un apposito fondo credito, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

L’offerta si compone di due categorie di prodotti: piccoli prestiti e prestiti pluriennali. I primi consentono di ottenere piccole somme con le quali affrontare spese improvvise. I prestiti pluriennali invece sono pensati per agevolare chi si trova a far fronte a spese importanti.

Per quanto attiene alle somme finanziabili, i piccoli prestiti prevedono la concessione di somme fino a un massimo di otto mensilità di stipendio. Il tasso di interesse è fisso al 4,25%. I prestiti pluriennali invece consentono di ottenere anche oltre i 70 mila euro. Il rimborso avviene in 5 o 10 anni e il Tan è fisso al 3,5%.

Indice contenuti