Prestiti Inpdap dipendenti enti locali e comunali 2018, tassi e calcolo rata

Prestiti Inpdap per dipendenti comunali e di enti locali

I prestiti Inpdap sono finanziamenti a cui hanno accesso i dipendenti del settore pubblico iscritti ad un apposito Fondo credito, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. quando si parla di prestiti Inpdap quindi si fa riferimento a prodotti accessibili non solo ai dipendenti ministeriali, ma anche a chi è assunto presso gli enti locali. Ma quali sono i requisiti da rispettare per ottenere prestiti Inpdap dipendenti enti locali?

Il primo dei requisiti da rispettare è, come già accennato, l’iscrizione alla Gestione Unitaria Inps. Fondo a cui sono automaticamente iscritti i lavoratori pubblici che fanno riferimento alla Gestione Dipendenti Pubblici Inps.

Quanti sono prossimi al pensionamento possono richiedere di protrarre l’iscrizione anche una volta pensionati, così da poter ancora accedere ai finanziamenti agevolati e alle altre prestazioni concesse dalla Gestione Unitaria.

Per quanto attiene agli altri requisiti da rispettare, questi variano a seconda del prestito che si desidera richiedere. Ricordiamo infatti che i prestiti Inpdap si distinguono in due categorie, piccoli prestiti e prestiti pluriennali.

Requisiti e condizioni dell’offerta prestito Inpdap

I piccoli prestiti Inpdap dipendenti enti locali consentono di ottenere somme fino a un massimo di otto mensilità di stipendio o pensione percepito dal richiedente. Il tasso di interesse è fisso al 4,25%. Il rimborso può estendersi per 12, 24, 36 o 48 mesi. Le rate hanno cadenza mensile e importo costante e vengono detratte direttamente dall’assegno pensionistico o dallo stipendio mensile del beneficiario. Ai fini dell’accesso al credit non è necessario presentare alcuna giustificazione di spesa.

I prestiti pluriennali invece sono finanziamenti pensati per affrontare spese importanti. possono durare 5 o 10 anni e consentono di ottenere somme anche elevate. Il tasso è fisso al 3,5%.

Per ottenere un piccolo prestito è sufficiente essere iscritti alla Gestione Unitaria dell’Inps. Per i prestiti pluriennali invece è necessario soddisfare anche altri requisiti. Innanzitutto è necessario poter vantare almeno 4 anni di anzianità di servizio utile ai fini della pensione. Necessaria anche una contribuzione pari ad almeno 4 anni presso la Gestione Unitaria Inps.

Quanti desiderano ottenere un prestito pluriennale è necessario presentare in sede di domanda anche la documentazione attestante lo stato di necessità relativo alla ragione per cui si richiede il finanziamento. ricordiamo inoltre che i prestiti pluriennali sono concessi solo per le finalità ammesse dall’Inps.

Calcolo prestito Inpdap 2018

Sul sito ufficiale dell’Inps è presente un servizio che consente di effettuare il calcolo rata dei prestiti Inpdap. Si tratta di un’applicazione pensata per aiutare gli interessati ad orientarsi nell’offerta prestiti Inpdap dipendenti enti locali.

Il calcolatore indica all’utente, a fronte dell’inserimento di pochi dati, tutti i prestiti Inps ex Inpdap a lui accessibili. Per maggiori informazioni su come utilizzare e raggiungere il servizio vi invitiamo a leggere il nostro approfondimento.