Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Quando sono concessi prestiti Inpdap per acquisto seconda casa

Come ottenere un prestito Inpdap acquisto seconda casa 2018

Quando si parla di prestiti casa Inpdap si fa solitamente riferimento a prodotti per l’acquisto dell’immobile di residenza. In linea di massima infatti i finanziamenti agevolati Inps ex Inpdap sono concessi per far fronte a urgenze o esigenze fondamentali, come l’acquisto della casa si residenza. In alcuni casi però è possibile anche richiedere prestiti Inpdap per acquisto seconda casa.

I prestiti Inpdap per acquisto seconda casa rappresentano un’eccezione nell’offerta Inps ex Inpdap e possono essere richiesti solo in specifiche situazioni. A tal proposito è necessario fare riferimento a due categorie di prodotti: i prestiti pluriennali e i mutui ipotecari Inps ex Inpdap. Ma vediamo nel dettaglio le condizioni e i requisiti da rispettare per ottenere un prestito per l’acquisto della seconda casa.

Prestiti Inpdap per acquisto prima casa figlio

Iniziamo parlando dei prestiti pluriennali Inps ex Inpdap. Prodotti che possono essere richiesti per far fronte a diverse necessità, tra cui l’acquisto della casa di residenza. A partire da ottobre 2011 dipendenti e pensionati pubblici possono richiedere prestiti pluriennali anche per acquistare la casa del figlio.

Ipotesi che possiamo far ricadere nella categoria dei prestiti Inpdap per acquisto seconda casa. Quanti richiedono un prestito Inpdap per acquisto casa figlio infatti possono sottoscrivere il contratto anche se già proprietari di un immobile sito sul territorio italiano.

Ai fini dell’accesso al credito però è necessario che il figlio in questione sia maggiorenne e che desideri costituire un nucleo familiare proprio. È necessario ricordare che mentre il titolare del prestito è il dipendente o pensionato pubblico, il figlio deve risultare titolare dell’acquisto.

Per quanto attiene alla somma finanziabile, i prestiti pluriennali per l’acquisto della casa del figlio prevedono un importo massimo pari a 150 mila euro. Il piano di ammortamento si estende per 10 anni e il tasso di interesse è fisso al 3,5%.

Mutui seconda casa Inps ex Inpdap

Nell’offerta prestiti Inpdap per acquisto seconda casa troviamo anche i mutui ipotecari Inps ex Inpdap. Finanziamenti che permettono di ottenere fino a 300 mila euro. Possono essere richiesti sia per acquistare la casa di residenza che per far fronte a spese di ristrutturazione, manutenzione o trasformazione dell’immobile.

Solitamente i mutui Inps ex Inpdap sono concessi esclusivamente a quanti non sono proprietari di abitazioni site sul territorio italiano. Tuttavia sono previste alcune eccezioni. È possibile infatti ottenere un mutuo ipotecario anche se già proprietari di altri immobili.

In questo caso però l’accesso al credito è possibile solo se il richiedente si trova in una delle seguenti situazioni.

  • Il richiedente è proprietario di una casa, ricevuta in eredità o per donazione, che non risulti fruibili poiché gravata da almeno 5 anni da diritti reali di godimento.
  • Il dipendente o pensionato è proprietario di quote immobiliari in misura pari o inferiore al 50%.
  • Il soggetto è proprietario di un’abitazione che è stata assegnata all’altro coniuge con un provvedimento giudiziale di separazione.
  • Il richiedente è proprietario di un’abitazione che è stata dichiarata inagibile in seguito a eventi imprevedibili e dipendenti da calamità naturali.