Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti Inps motivazioni ammesse dal regolamento prestiti Inpdap

Regolamento prestiti Inpdap 2019: requisiti e finalità

I prestiti Inps ex Inpdap sono linee di credito a tasso di interesse agevolato erogate dalla Gestione Dipendenti Pubblici dell’ente. La concessione del credito è subordinata al rispetto dei requisiti fissati dal Regolamento Prestiti Inpdap. Normativa interna che stabilisce anche le regole per il rimborso dei prestiti Inps motivazioni ammesse e la somma massima finanziabile.

Nello specifico, per i prestiti pluriennali Inps ex Inpdap la somma massima erogabile varia a seconda della finalità del finanziamento. Il Regolamento Prestiti Inpdap stabilisce infatti le finalità per cui è possibile ottenere una linea di credito e le relative somme finanziabili.

Perché quanto detto nelle righe precedenti non risulti fuorviante è necessario fare una precisazione. I prestiti Inps ex Inpdap si dividono in due categorie di prodotti: i piccoli prestiti e i prestiti pluriennali. I piccoli prestiti sono concessi per far fronte a spese di varia natura, che il richiedente non è tenuto a specificare in sede di domanda.

I prestiti pluriennali invece sono concessi solo per specifiche finalità indicate nel Regolamento Prestiti Inpdap a cui si aggiungono eventuali casi eccezionali valutati dall’Istituto. A seconda della finalità per cui si richiede il finanziamento, il piano di ammortamento può essere quinquennale o decennale.

Sia i piccoli prestiti che quelli pluriennali sono concessi esclusivamente agli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo Credito Inps). Per ottenere i prestiti pluriennali è necessario poter vantare almeno quattro anni di versamento contributivo presso la suddetta Gestione.

Prestito pluriennale Inps motivazioni

Prestiti Inps motivazioni per la concessione dei finanziamenti quinquennali Inpdap:

  • rapina, furto, incendio;
  • calamità naturali;
  • trasloco per esigenze familiari o per ragioni lavorative;
  • lavori condominiali relativi alla casa di proprietà adibita a residenza;
  • interventi di manutenzione ordinaria relativi alla casa di residenza di cui il richiedente è proprietario, usufruttuario o conduttore;
  • spese sostenute per l’installazione di impianti di energia rinnovabile nella casa di residenza;
  • acquisto di un’auto;
  • nascita o adozione di uno o più figli (incluse le adozioni internazionali);
  • cure odontoiatriche e protesi dentarie riferite al richiedente, al coniuge o a un figlio a carico;
  • acquisto di carrozzella ortopedica per portatori di handicap, di autovettura modificata o di protesi di elevato costo;
  • malattia del richiedente;
  • morte di un familiare;
  • matrimonio del richiedente o del figlio;
  • iscrizione e frequenza a corsi post-laurea che hanno durata non inferiore a 2 anni da parte del richiedente, del coniuge o del figlio.

Prestiti Inps motivazioni per finanziamenti con rimborso decennale:

  • acquisto della casa di residenza;
  • costruzione della casa di residenza;
  • riscatto di alloggi popolari o di alloggi di enti pubblici già in locazione;
  • acquisizione di casa in cooperativa o da cooperativa;
  • anticipata estinzione totale o parziale di un mutuo ipotecario sottoscritto a qualunque titolo, con istituti di credito o società finanziarie, dal richiedente o dal coniuge;
  • manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia, restauro e risanamento conservativo della casa di proprietà;
  • gravi malattie di membri del nucleo familiare del richiedente.