Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti pensionati Inps Intesa San Paolo su cessione del quinto 2019

Prestiti Intesa SanPaolo per pensionati Inps

Al fine di agevolare i propri iscritti nell’accesso al credito, l’Inps ha stipulato delle convenzioni con diverse banche e società finanziarie. Accordi che consentono l’erogazione di prestiti a condizioni agevolate in favore dei pensionati Inps. Tra questi prodotti ricordiamo i prestiti pensionati Inps Intesa San Paolo.

Intesa San Paolo propone infatti un prodotto ad hoc dedicato ai pensionati Inps. stiamo parlando di PerTe Prestito Pensionati INPS. Un prodotto su cessione del quinto che consente di accedere al credito anche a quanti sono in avanti con gli anni.

I prestiti Intesa San Paolo dedicati ai pensionati sono infatti accessibili a tutti coloro che sono titolari di una pensione Inps e abbiamo meno di 83 anni alla data della richiesta. Vi è un limite di età anche per la data in cui è prevista la conclusione del piano di ammortamento: il beneficiario non dovrà aver compiuto 85 anni di età.

Trattandosi di prodotti su cessione del quinto, i prestiti pensionati Inps Intesa San Paolo sono accessibili ai titolari di pensione Inps e prevedono un rimborso tramite rate trattenute alla fonte. Vi sono però alcuni trattamenti pensionistici per cui non è possibile richiedere la cessione del quinto.

Non possono richiedere i prestiti pensionati Inps Intesa San Paolo quanti sono titolari di:

  • pensioni e assegni sociali;
  • assegni di sostegno al reddito;
  • pensioni di invalidità civile;
  • assegni mensili per l’assistenza ai pensionati inabili;
  • assegni al nucleo familiare.

Importi e condizioni dei prestiti Intesa SanPaolo 2019

Ma quanto si ottiene con i prestiti Intesa San Paolo per pensionati Inps? La somma massima finanziabile è fissata a 75 mila euro. Il piano di rimborso si estende per un massimo di 10 anni.

Le rate hanno cadenza mensile e sono detratte direttamente dalla pensione mensile del beneficiario. Come si evince dal nome, i prestiti su cessione del quinto prevedono una rata mensile massima pari a un quinto della pensione netta percepita dal richiedente.

In altre parole la rata periodica non può superare il 20% dell’assegno mensile percepito dal beneficiario. Il tasso di interesse è fisso e le rate hanno importo costante.

Ricordiamo infine che i prestiti su cessione del quinto sono accessibili anche a quanti hanno già in corso un finanziamento. Lo stesso vale per chi è segnalato come cattivo pagatore nei database Crif.

Per maggiori informazioni sull’offerta prestiti pensionati Inps Intesa San Paolo vi invitiamo a consultare il portale ufficiale della banca.