Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti per ristrutturare casa 2024: le offerte da non lasciarsi sfuggire

I prestiti per ristrutturare casa sono risorse ideali per chi vuole migliorare gli interni e la struttura della propria abitazione. Sceglierli in molti casi è necessario in quanto consentono di sostenere più facilmente spese a dir poco onerose. Passiamo in rassegna le proposte da non perdere del 2024.

Prestiti per ristrutturazione: la proposta di Findomestic

I prestiti per ristrutturare casa sono messi a disposizione da tante realtà creditizie. Tra queste è presente Findomestic. La società finanziaria appartenente al gruppo BNL BNP Paribas permette di richiedere fino a 60.000.

Interessante è la possibilità di presentare l’istanza direttamente online, caricando sul sito i documenti di reddito e d’identità.

Per capire bene come funziona questo prestito facciamo un esempio concreto, ipotizzando la richiesta di 14.000€. Considerando un piano di ammortamento della durata di 96 mesi, a carico del cliente ci sarebbe una rata di 186€ (TAN e TAEG pari al 6,29 e al 6,48%).

Prestito per ristrutturazione casa di Banca Mediolanum

Continuiamo a passare in rassegna i prestiti per ristrutturare casa parlando di Riparti Italia, il prodotto di Banca Mediolanum. In questo caso il cliente può richiedere una somma compresa tra 4.000 e 100.000€.

Caratterizzato da un piano di ammortamento che va dai 12 ai 120 mesi, il prestito Riparti Italia ha un onere d’istruttoria pari all’1% dell’importo richiesto. Il tasso applicato è variabile ed è calcolato sulla base dell’Euribor 3 mesi.

Prestito ristrutturazione casa Poste Italiane: come funziona e quanto si può richiedere

I prestiti per ristrutturare casa comprendono anche il prodotto di Poste Italiane. I clienti che scelgono il prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa possono richiedere fino a 60.000€.

Il piano di ammortamento, invece, può andare dai 36 ai 120 mesi. Per richiedere questo prestito è sufficiente recarsi presso qualsiasi filiale del gruppo Poste Italiane muniti di documento d’identità e certificato di reddito. Essenziale è anche la presentazione dei preventivi di spesa relativi ai lavori di ristrutturazione.

Concludiamo ricordando che la cifra minima ottenibile è pari a 10.000€ e che può essere erogata in un’unica soluzione sul conto BancoPosta intestato al cliente.

Mutuo per ristrutturare la casa: la soluzione ipotecaria Inps ex Inpdap

Esistono diversi prestiti per ristrutturare casa. Analizzarne le caratteristiche è importante, tanto quanto fare un cenno ai mutui ipotecari.

La soluzione più rilevante in questo caso è senza dubbio il piano Inps ex Inpdap. Riservato agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, permette di richiedere fino a 150.000€. La cifra ottenibile non può mai superare il 40% del valore dell’immobile.

Il cliente può scegliere tra tasso fisso al 2,95% e tasso variabile calcolato sulla base dell’Euribor 6 mesi maggiorato di 200 punti base e calcolato su 360 giorni. Richiedibile unicamente per via telematizzata, questo mutuo può durare dai 10 ai 30 anni.

Indice contenuti