Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti personali Poste Italiane: ecco come richiederli

Richiedere un prestito personale oggi è un’esigenza molto diffusa, motivo per cui è consigliabile documentarsi sui piani migliori sul mercato prima di presentare la domanda. I prestiti personali Poste Italiane rappresentano un piano che vale la pena analizzare quando si ricerca l’accesso al credito per cifre contenute.

Prestiti personali di Poste Italiane: tutte le informazioni

I prestiti personali Poste Italiane vedono nel prodotto Banco Posta il principale punto di riferimento per gli utenti. Come funziona? Per capire le caratteristiche di questo prestito ricordiamo prima di tutto che consente di richiedere una cifra compresa tra i 1.500 e i 30.000€.

Prestito Banco Posta: altre specifiche tecniche

Quando si parla di prestiti personali Poste Italiane si fa quasi sempre riferimento alla formula Banco Posta, un prestito vantaggioso che può essere richiesto in pochi minuti. Per capire come funziona non basta specificare i limiti di finanziamento – sia quello massimo sia quello minimo – ma sottolineare anche che il piano di ammortamento può essere compreso tra i 12 e gli 84 mesi

La modalità di rimborso della cifra richiesta avviene tramite addebito di una rata costante sul conto corrente Banco Posta del richiedente.

Prestiti personali Poste Italiane: quali requisiti per l’accesso?

Quali sono i requisiti per l’accesso al prestito Banco Posta, la più importante tipologia di prestiti personali Poste Italiane? Il prodotto in questione può essere richiesto da chi risiede in Italia ed è in grado di dimostrare la ricezione di un reddito derivante da lavoro dipendente, esercizio di una libera professione, pensione di vecchiaia.

Il prestito Banco Posta è aperto anche a chi non ha la possibilità di presentare una busta paga, il che implica la necessità di fornire come garanzia un altro documento di reddito, che può essere un vecchio CUD o il modello UNICO in caso di esercizio di libera professione.

Prestiti Poste Italiane: ecco come richiedere il prestito Banco Posta

Per richiedere il prestito Banco Posta, il prodotto di riferimento nell’ambito dei prestiti personali Poste Italiane, è necessario recarsi presso qualsiasi ufficio postale sul territorio italiano, muniti di documento di reddito, carta d’identità in corso di validità, tesserino del codice fiscale (a seconda del profilo del soggetto richiedente possono essere richieste garanzie accessorie).

Il prestito in questione può essere richiesto anche online, accedendo alla propria area riservata sul sito ufficiale Poste.it e selezionando la voce ‘Finanziamenti’. La richiesta online è seguita da una risposta molto celere relativa alla fattibilità del prestito.

Concludiamo ricordando che l’accredito della cifra può avvenire tramite versamento sul conto corrente Banco Posta, sulla carta Poste Pay Evolution o in contanti, a patto che il prestito sia inferiore ai 10.000€.

Il cliente che decide di richiedere il prestito Banco Posta deve ricordare che ha la possibilità di esercitare il diritto di recesso entro il 14° giorno dalla ricezione della cifra.

Indice contenuti