Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestito 1000 euro senza busta paga: ecco come richiederlo

Capita molto spesso di avere bisogno di accedere al credito anche per cifre contenute. Come fare quando non si ha modo di presentare la busta paga come garanzia principale di solvibilità? In questi casi si può fare riferimento a soluzioni dedicate a liberi professionisti o soggetti in stato di inoccupazione temporanea, che permettono di richiedere un prestito 1000 euro senza busta paga.

Finanziamento 1000 euro senza busta paga: le soluzioni utili al proposito

Quali sono le soluzioni di accesso al credito per chi vuole richiedere un prestito 1000 euro senza busta paga? Il finanziamento cambializzato è una delle migliori alternative da considerare. Come funziona di preciso? Per tracciarne le linee principali bisogna ricordare che si basa sulla firma di cambiali, titoli esecutivi che possono essere convertiti in denaro a discrezione del cliente.

Caratterizzate da valore forzoso, le cambiali permettono alla realtà che le ha emesse di rivalersi sui beni del beneficiario del prestito in caso d’insolvenza, tutto questo senza bisogno di passare dall’autorizzazione preventiva del giudice.

Finanziamento di 1000 euro senza busta paga: cosa sapere sul prestito su pegno

Un’altra soluzione da tenere in conto quando si discute di come ottenere un prestito 1000 euro senza busta paga riguarda il credito su pegno. In questo caso l’unica garanzia di solvibilità richiesta è l’impegno di un bene prezioso (un gioiello, un orologio ecc.), che viene fatto valutare da un professionista. Sulla base di questo parere si procede poi con l’erogazione della somma, spesso rientrante nei 1000 euro.

Il cliente, a questo punto, deve solo rimborsare le rate e attendere il momento del riscatto del bene. In questa sede è necessario presentare la polizza al portatore che è stata consegnata al momento della sottoscrizione del contratto.

Da ricordare in merito al credito su pegno è che la durata del prestito può andare dai 3 mesi a un anno. Fondamentale è anche citare la presenza di spese di custodia, che variano a seconda delle politiche della realtà creditizia.

Prestito su pegno di 1000 euro: dove richiederlo?

Dove è possibile richiedere un prestito 1000 euro senza busta paga su pegno? Tra le realtà creditizie da considerare è presente Unicredit, che propone una soluzione che si contraddistingue per spese di custodia che partono dallo 0,80% della cifra richiesta.

Un altro riferimento è Banca Carige, con prestiti su pegno caratterizzati da un interesse compreso tra i 4 e il 10%.

Prestiti di 1000 euro con garante: cosa sapere prima di richiederli

L’ultimo consiglio per chi è alla ricerca di un prestito 1000 euro senza busta paga è la soluzione del garante. Prima di considerarla è bene ricordare alcune regole. La più importante riguarda la straordinarietà dell’intervento del soggetto in questione, che deve essere una persona con un profilo creditizio solido, possibilmente un lavoratore a tempo indeterminato.

Indice contenuti