Prestito Inpdap calcolo rata
Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come valutare e calcolare i prestiti Inpdap sfruttando i servizi online

Finanziamenti agevolati per dipendenti e pensionati pubblici concessi dall’Inps

La Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps eroga ogni anno prestiti a condizioni agevolate ai dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione. Nonostante la soppressione dell’Inpdap (avvenuto il primo gennaio 2012) infatti, tutti i servizi da questo garantiti, sono erogati dall’Inps.

Tra le prestazioni rivolte agli iscritti della gestione dipendenti pubblici troviamo i prestiti ex Inpdap, linee di credito a tassi di interesse ridotti rispetto a quelli proposti nel tradizionale circuito bancario. I prestiti Inpdap si dividono in piccoli prestiti e prestiti pluriennali. Vediamone le condizioni e come effettuare una simulazione prestito Inpdap calcolo rata.

Piccoli prestiti

I piccoli prestiti permettono di accedere a piccole somme rimborsabili con un piano di ammortamento di 12, 24, 36, o 48 mesi. Accessibili solo agli iscritti al Fondo Credito dell’Inps (Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali) i piccoli prestiti permettono di ottenere un importo pari ad una mensilità media netta percepita per ogni anno di ammortamento.

Nel caso in cui il richiedente non abbia in corso altre ritenute per cessione del quinto è possibile richiedere fino a due mensilità per ogni anno di rimborso. Fermo restando per i pensionati, il limite della quota cedibile. Il tasso applicato è del 4,25% per tutta la durata del finanziamento.

I prestiti pluriennali

I prestiti pluriennali invece sono concessi solo a fronte di effettive e documentate esigenze personali o familiari, rientranti nelle casistiche previste. La durata (che può essere decennale o quinquennale) e la somma massima erogabile sono definiti in base alla motivazione per la quale si richiede il finanziamento, come stabilito dal regolamento prestiti Inpdap.

Hanno accesso ai prestiti pluriennali i soggetti iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali da almeno 4 anni e in possesso di un’anzianità contributiva utile alla pensione non inferiore a 4 anni.

Per i dipendenti pubblici è richiesta anche la presenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Tuttavia quanti hanno un contratto a tempo determinato (con durata non inferiore a 3 anni) possono comunque accedere ai prestiti pluriennali.

In questo caso però è possibile fruire solo di cessioni estinguibili nell’arco di vigenza del contratto di lavoro e il beneficiario ha l’obbligo di cedere il trattamento di fine rapporto a garanzia della restituzione del prestito.

Indipendentemente dalla durata del prestito e dalla somma finanziata, il tasso di interesse è del 3,5%. Il rimborso del credito avviene tramite cessione del quinto dello stipendio o della pensione. La presentazione della domanda deve avvenire entro un anno dall’evento per cui si richiede il prestito.

Come calcolare la rata utilizzando il prontuario Inpdap

Ma come calcolare la rata mensile? Per definire l’importo della mensilità da corrispondere è necessario calcolare la rata tenendo conto del tasso di interesse, dell’aliquota per le spese di amministrazione (0,5%) e del premio per il fondo rischi applicato. Quest’ultimo fattore viene definito in base alla durata del finanziamento e all’età del richiedente al momento della sottoscrizione del contratto.

In ogni caso per conoscere con esattezza l’importo della rata mensile per i prestiti Inpdap è possibile consultare l’apposita sezione “Calcolo Rata Prestiti”, accessibile tramite il percorso: “Home – Informazioni – Gestione Dipendenti Pubblici – Credito – Calcolo Rata Prestiti”.

Da questa pagina è possibile visualizzare il prontuario prestito Inpdap calcolo rata, accessibile selezionando la voce: “prontuario” nella sezione documentazione. Aprendo il documento (disponibile solo in formato PDF) è possibile consultare delle tabelle prestito Inpdap calcolo rata riferite ai vari prestiti Inpdap.

In ogni tavola, ciascuna riferita a un tipo di finanziamento, cui sono riportati l’importo lordo del finanziamento, l’entità della rata mensile e l’importo del premio Fondo Rischi Inps (definito in base all’età del richiedente).

Simulazione del prestito online

Quanti desiderano orientarsi meglio nell’offerta dei prestiti Inps dedicati ai dipendenti e pensionati pubblici possono sfruttare il servizio online prestito Inpdap calcolo rata disponibile direttamente sul sito ufficiale dell’ente.

In questo modo è possibile effettuare una simulazione prestito Inpdap calcolo rata nel giro di pochi secondi. Per farlo è sufficiente inserire nell’apposito form tutti i dati richiesti, a seconda della modalità di calcolo prescelta. Per raggiungere il servizio è sufficiente seguire il percorso: “Home – Servizi – Gestione Dipendenti Pubblici: Simulazione Calcolo Piccoli Prestiti E Prestiti Pluriennali”.

Indice contenuti