Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Surroga mutuo Banco di Napoli: come funziona e come richiederla

La surrogazione è di indubbia convenienza per chi vuole migliorare la sostenibilità del proprio mutuo. Oggi scopriamo perché scegliere la surroga mutuo Banco di Napoli.

Surroga mutuo con Banco di Napoli: cosa devi sapere prima della richiesta

La surroga mutuo Banco di Napoli fa riferimento a uno degli istituti di credito più antichi del Paese e, nello specifico, a una banca facente parte del gruppo Intesa. Ecco perché, quando si analizzano le proposte di surrogazione, è necessario fare riferimento alla gamma Domus.

Cosa bisogna sapere in merito? Prima di tutto che, secondo quanto previsto dalla legge Bersani, la surroga è gratuita. Ciò vuol dire che il cliente non va incontro ad alcuna spesa per quel che concerne gli oneri di perizia e quelli d’istruttoria.

Mutuo Domus per la surroga

Entriamo nel vivo della surroga mutuo Banco di Napoli ricordando che chi ha intenzione di sceglierla può richiedere un finanziamento massimo pari al 95% del valore dell’immobile ipotecato. Il piano di ammortamento, invece, può arrivare fino a 30 anni.

Da ricordare è anche la possibilità di sospendere i pagamenti fino a un massimo di 3 volte nel corso dell’intero piano di rimborso. Il cliente ha anche la possibilità di abbinare la polizza facoltativa ProteggiMutuo.

Surroga con Banco di Napoli: la soluzione con Cap

Continuiamo a dettagliare le peculiarità tecniche di surroga mutuo Banco di Napoli parlando del tasso. Chi sceglie questa soluzione per il trasferimento del proprio mutuo può optare per un piano a tasso fisso o per uno a tasso variabile.

Nel primo caso si ha modo di scegliere la soluzione migliore tra il piano base, quello multi opzione e quello bilanciato. Quando l’attenzione si sposta sulla proposta a tasso variabile, invece, si trova anche la soluzione con CAP. Ciò implica che gli interessi possono salire ma senza superare un determinato tetto.

Le uniche spese accessorie per sostenere questo contratto riguardano l’invio cartaceo dei promemoria di pagamento e sono pari a 1,50€ per ogni singola rata.

Preventivo di surroga con Banco di Napoli

A questo punto non resta che fare un esempio concreto di surroga mutuo Banco di Napoli. Ipotizziamo la scelta di trasferire un mutuo di 80.000€ richiesto per un immobile che ne vale 160.000€. Consideriamo un piano di ammortamento della durata di 20 anni.

In questo caso a carico del cliente – un impiegato di 35 anni che guadagna 1.800€ al mese – ci sarebbe una rata mensile di 465,63€. Il tasso variabile è pari all’1,13% ed è calcolato sulla base del parametro Euribor 1 mese maggiorato di uno spread dell’1,50%.

Il TAEG corrisponde invece all’1,24%. Considerando gli stessi dati di partenza ma il tasso fisso, si avrebbe una rata mensile di 406,60€.

Indice contenuti