Guida al piccolo prestito Inps rinnovo: condizioni e tempi

Perché scegliere il piccolo prestito Inpdap Inps

Con la crisi economica l’accesso al credito è diventato una necessità per molti contribuenti. condizione che interessa non solo precari e disoccupati ma anche i lavoratori a tempo indeterminato, inclusi i dipendenti pubblici. Soggetti che in caso di difficoltà possono ricorrere ai finanziamenti agevolati ex Inpdap, nonché al piccolo prestito Inps rinnovo.

Il piccolo prestito Inps ex Inpdap si presenta come il più versatile dei finanziamenti Inps dedicati ai dipendenti e pensionati pubblici. Consente infatti di ottenere somme fino a 8 volte la mensilità di stipendio o pensione netta percepita dal richiedente.

Denaro che può essere utilizzato per far fronte a spese di varia natura che rientrano nelle quotidiane esigenze familiari del richiedente. Dato che in sede di domanda non è necessario specificare la finalità per cui si richiede il credito, il finanziamento può di fatto essere utilizzato per affrontare spese di ogni tipo.

Vantaggi, quelli sopra descritti, a cui si aggiunge un tasso di interesse vantaggioso. Il Tan è infatti fisso al 4,25%. Per quanto attiene al piano di rimborso, le rate hanno cadenza mensile e il finanziamento può estendersi per 12, 24, 36 o 48 mesi.

Come funziona il rinnovo piccolo prestito Inps ex Inpdap

Nelle righe precedenti abbiamo visto quali sono i vantaggi del piccolo prestito Inps ex Inpdap, passiamo quindi alla questione del piccolo prestito Inps rinnovo.

Il rinnovo di un finanziamento è la procedura che consente a chi ha già una linea di credito in corso di estinguere il vecchio prestito e stipularne contemporaneamente uno nuovo.

Nel caso del piccolo prestito Inps rinnovo è concesso solo a condizione che sia trascorso un certo lasso di tempo dall’inizio del rimborso del finanziamento che si desidera estinguere.

Nello specifico il periodo minimo di ammortamento è pari a:

  • 6 mesi per i piccoli prestiti di durata annuale;
  • 12 mesi per i piccoli prestiti di durata biennale;
  • 18 mesi per i piccoli prestiti di durata triennale;
  • 24 mesi per i piccoli prestiti di durata quadriennale.