Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Tasso al di sotto delle medie di mercato col prestito doppio Inpdap per dipendenti e pensionati

Perché scegliere l’offerta Inps ex Inpdap prestito doppio

I tassi dei prestiti personali sono in discesa. A dare l’annuncio è L’economia del Corriere della Sera, che ha recentemente analizzato il mercato dei prestiti personali e rilevato una riduzione dei tassi di interesse rispetto al 2018. Per un prestito di 5 mila euro da rimborsare in 2 anni, il Taeg medio attuale è dell’8,85% mentre nell’aprile dello scorso anno si attestava al 9,6%. Condizioni che non possono comunque competere con l’offerta prestito doppio Inpdap.

Si tratta di una proposta riservata a dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Il prestito doppio Inpdap infatti altro non è che un piccolo prestito Inps ex Inpdap erogato in doppia mensilità.

I piccoli prestiti Inps ex Inpdap prevedono la concessione di somme pari ad una mensilità di stipendio o pensione percepita dal richiedente (e quindi considerata al netto delle tasse) per ogni anno di durata del finanziamento. Nel caso in cui il richiedente non abbia in corso trattenute sulla busta paga o sulla pensione il prestito viene erogato in doppia mensilità.

Tasso di interesse, domanda e simulazione online

L’importo massimo ottenibile con un prestito doppio Inpdap è pari ad otto mensilità di stipendio/pensione, poiché la durata dell’ammortamento non può eccedere i 4 anni. Il tasso di interesse (Tan) è pari al 4,25%. Il beneficiario deve far fronte anche al pagamento delle spese di amministrazione (0,5%) e del premio per il Fondo di Garanzia dell’Inps.

La domanda di finanziamento va trasmessa per via telematizzata sfruttando i servizi online messi a disposizione dall’ente previdenziale. Il pensionato che desidera ottenere un piccolo prestito presenta la domanda online tramite il sito inps.it oppure può rivolgersi al Contact Center dell’ente o ad un patronato abilitato dall’Inps. Per i dipendenti pubblici invece c’è una sola opzione: presentare la domanda tramite l’Amministrazione di appartenenza.

Sul sito Inps è presente un simulatore che permette di calcolare la rata del prestito online. Tutte le informazioni sono riportate nella nostra guida.