Condizioni Inps prestiti pluriennali garantiti e tassi 2018. Guida

Chi può ottenere i prestiti pluriennali Inps garantiti 2018

Grazie alla loro posizione previdenziale e lavorativa, dipendenti e pensionati pubblici possono beneficiare di finanziamenti a condizioni agevolate. Stiamo parlando di prodotti erogati dall’Inpdap tramite un apposito Fondo credito. I prestiti Inpdap si distinguono in diverse categorie tra cui troviamo i finanziamenti Inps prestiti pluriennali garantiti.

I prestiti garantiti sono finanziamenti concessi da banche e società finanziarie convenzionate con l’Inpdap e garantiti dall’ente previdenziale. Sono prodotti basati sulla cessione del quinto dello stipendio e riservati ai dipendenti pubblici in attività di servizio.

Ai fini dell’accesso al credito è necessario inoltre soddisfare diversi altri requisiti. Il richiedente deve infatti poter contare su un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Sono necessari inoltre quattro anni di servizio effettivo utili ai fini della pensione e almeno quattro anni di contribuzione versata presso la Gestione Unitaria per le prestazioni creditizie e sociali (Fondo credito Inps).

Condizioni, tassi e spese

I finanziamenti possono durare 5 o 10 anni e prevedono rate a cadenza mensile. Trattandosi di un finanziamento su cessione del quinto, le rate sono decurtate direttamente dalla busta paga del beneficiario.

Per quanto attiene alle condizioni di rimborso, il tasso di interesse e le spese accessorie applicate al finanziamento variano a seconda di quanto stabilito dall’istituto bancario che eroga il capitale.

È questo infatti l’istituto di credito che definisce il Tan e le spese di amministrazione e di gestione applicate al finanziamento. Il beneficiario deve tuttavia far fronte ad alcune spese applicate dall’Inps, oneri che sono di tipo amministrativo e un premio compensativo per il rischio di insolvenza assunto dall’Inps.

Le spese di amministrazione sono calcolate con l’applicazione di un’aliquota dello 0,5% sull’importo lordo del finanziamento. Per quanto attiene all’aliquota applicata per la definizione del premio compensativo, questa è dell’1,5% per i finanziamenti di durata quinquennale e del 3% per i prestiti decennali.

Nel caso in cui la richiesta venga avanzata da un soggetto che ha già compiuto i 65 anni di età, l’aliquota cresce. Si ha infatti un’aliquota del 2% per i prestiti quinquennali e una del 4% per quelli decennali.

Come presentare la domanda

Per quanto attiene alla garanzia fornita dall’Inps, questa interviene in caso di:

  • morte del beneficiario;
  • riduzione dello stipendio del beneficiario;
  • cessazione dal servizio senza aver diritto alla pensione.

Come richiedere il finanziamento? I dipendenti pubblici che desiderano richiedere Inps prestiti pluriennali garantiti devono trasmettere la domanda all’amministrazione di appartenenza.

La richiesta deve essere redatta sull’apposito modulo di richiesta presente sul sito ufficiale dell’Inps, nella sezione modulistica. Alla domanda Inps prestiti pluriennali garantiti di prestito va allegato un certificato medico attestante la sana costituzione fisica del richiedente. Certificato che deve essere stato rilasciato al massimo 45 giorni prima della presentazione della richiesta da parte di un medico della ASL o da uno incaricato dall’amministrazione a cui fa riferimento il richiedente.